Alla fine c’è chi ne ha fatto una crociata: pelo libero (e folto)

"No alla depilazione" è il grido che risuona sempre più forte nei forum online e sulle pagine dei social network. "Odio depilarmi e questa pratica per me è una tortura fin da quando ero adolescente – si sfoga nel suo blog in un post ripreso dall’Huffington Post  Paloma Goñi, spagnola di Malaga. "Il fatto di essere donna mi obbliga a depilarmi? Sono previste altre opzioni"? Per protesta, la ragazza non si depila da sette mesi, e adesso che è estate sta decidendo se continuare nel suo estremo proposito.

Ad aver preso questa iniziativa non è peraltro l’unica: non mancano ad esempio casi celebri, come quello di Julia Roberts che si presentò con le ascelle per nulla depilate alla prima londinese del film "Notthing Hill" nel 1999 destando scandalo tra i benpensanti, o come il caso più recente dell’attrice Mo’Nique, che ha vinto il Golden Globe e l’Oscar per la sua parte nel film "Precious" ma non merita il premio gambe lisce, visto che per principio si è sempre rifiutata di depilarsele.

Persino attrici insospettabili come Beyoncé, Drew Barrymore o Hilary Swank si sono fatte cogliere in fragrante con ascelle mal depilate anche in eventi mondani: provocazione, distrazione o moda del futuro?

Alla fine c’è chi ne ha fatto una crociata: pelo libero (e&nbsp...