Tagli di capelli a 50 e 60 anni: ecco come portarli

Chi l'ha detto che a 50 e 60 anni non si possano portare i capelli lunghi? O che i capelli corti diano un'aria agée? Ecco i migliori tagli di capelli per 50enni e 60enni!

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger

Ammettiamolo: arrivate a 50 anni le donne spesso non sanno cosa fare del proprio look, non si sentono a loro agio con certi tagli e trucchi, ma non si sentono neppure di optare per capelli un po’ più classici e démodé, che spesso si iniziano ad intravedere non appena i capelli bianchi fanno capolino con sempre più insistenza. È difficile capire come tagliare i capelli a 50 o 60 anni, anche perché quasi sempre si sente dire che a questa età sarebbe meglio non portare più i capelli lunghi, che ci si dovrebbe rassegnare a tenerli corti e, spesso, anche i parrucchieri adottano uno stile molto classico. Corti, con il ciuffo vaporoso e voluminoso ed una messa in piega un po’ (troppo) retrò, ecco come solitamente viene dipinta nell’immaginario comune la donna a quell’età. Ma chi l’ha detto che bisogna rinunciare ai capelli lunghi? Che i capelli corti non possano essere giovanili? Sdoganiamo questi falsi miti sui capelli e le varie età ed ecco che sono tanti i tagli di capelli a 50 e 60 anni che si possono sfoggiare con stile!

Il taglio corto sì, ma sbarazzino e giovanile

Scordatevi i classici tagli “da nonna”: i capelli corti non devono essere sinonimo di attempato, bensì di sbarazzino, giovanile, moderno. Ormai sono lontani i tempi in cui a 50 anni si portavano i capelli voluminosi in alto e più corti sul collo e, magari, con il ciuffone cotonato. Adesso i tagli di capelli per le 50enni e 60enni si fanno corti, da abbinare a colori particolari, meches naturali ma anche tonalità più giovanili con riflessi rosa o azzurri. Anche i platino ed i biondi chiarissimi acquistano carattere con un taglio da acconciare con gel e cere per un effetto più scompigliato e meno ordinato.

Fonte: Instagram

Da provare anche il corto asimmetrico, l’ideale per capelli ricci e mossi, per evitare di ricadere nel solito taglio che, allungando, diventa a forma di funghetto. Più corti da un lato, da portare dietro le orecchie e impreziosire con orecchini particolari, gioiello o mono orecchino e più lunghi dall’altro lato. Danno immediatamente un’aria giovanile e simpatica e sono facili anche da mantenere nel tempo, quando allungano. Basta un prodotto per i ricci, mousse o crema, da applicare a capelli bagnati ed un diffusore per asciugarli, perfetti per chi non ha tempo, voglia o è sempre di corsa.

Pixie cut perfetto per giocare con colori e sfumature

Un altro taglio perfetto a tutte le età, ma che a 50 anni diventa elegante e particolare al tempo stesso, è il Pixie Cut. Un taglio cortissimo, come quello di Jamie Lee Curtis, che necessita di poco tempo per lo styling ma dà l’idea di una donna forte, sicura di sé, elegante e femminile ma con un tocco di originalità. Risalta il viso, gli occhi e le labbra ed è perfetto per chi ha uno stile di abbigliamento particolare o chi non ha paura di osare con il makeup. Inoltre, il Pixie Cut si presta perfettamente a colori come bianco, argento, grigio, sale e pepe e, perché no, sfumature di colore. Bellissimo in versione bianco o silver con rossetto rosso!

Fonte: Instagram

Il caschetto è sempre un’ottima idea, da portare liscio o mosso

Se non amate i capelli corti perché rinunciare ad un taglio un po’ più lungo? Un caschetto è quello che ci vuole, per incorniciare il viso senza abbandonare totalmente alla lunghezza. Perfetto da portare corto fin sotto alle orecchie si presta a styling di ogni tipo, dal liscio al leggermente mosso sulle punte o con delle beach waves. Attenzione però a tenerlo abbastanza in piega, seppur realizzata in maniera veloce, altrimenti l’effetto potrebbe risultare trasandato e poco curato.

La mezza lunghezza è la chiave per portare i capelli né troppo lunghi né troppo corti

Non ascoltate chi vi dice che i capelli lunghi si portano solo da giovani, si portano a tutte le età! I capelli lunghi e fluenti sono belli sempre, basta solo trovare la giusta lunghezza e, soprattutto, prendersene molta cura. Con l’età, infatti, i capelli tendono ad indebolirsi ed a diventare più sottili, oltre che a perdere la loro pigmentazione per lasciare spazio ai capelli bianchi. Se desiderate quindi portarli lunghi, dovete mettervi in testa di curarli con prodotti adeguati e styling, qualsiasi sia il colore scelto. Sarebbe meglio realizzare sempre la piega, mossa o liscia che sia, in modo da avere un aspetto curato e ordinato, così come il colore. Se scegliete di portarli lunghi la ricrescita bianca è bandita, perché dà un aspetto sciatto. Meglio lasciarli sale e pepe o addirittura tutti bianchi, l’effetto è elegantissimo e raffinato. Nel scegliate di portarli bianchi o grigi ricordatevi poi di usare degli shampoo anti giallo per eliminare i riflessi paglierini.

Fonte: Instagram

Camilla Cantini

Camilla Cantini Beauty blogger Sono Camilla, makeup-artist freelance con la passione per la moda e l’arte. Ho iniziato ad avvicinarmi al mondo beauty come autodidatta per poi specializzarmi, lavorando per shooting, sfilate e magazines di settore. Amo creare look sempre diversi, ricercare nuovi trend e confrontarmi giornalmente con chi mi segue con affetto!

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tagli di capelli a 50 e 60 anni: ecco come portarli