Sarah, la nuotatrice che ha attraversato la Manica dopo aver vinto il cancro

Una sfida e una vittoria dedicata a tutti coloro che hanno vinto una grande battaglia chiamata cancro

Sarah Thomas è una nuotatrice americana che, un anno fa, ha combattuto la battaglia più importante della sua vita: un tumore al seno. Dopo essere stata curata e aver vinto il nemico, domenica scorsa ha deciso di compiere un’impresa davvero epica: nuotare attraverso la Manica 4 volte senza fermarsi. Una sfida dedicata a “tutti i sopravvissuti là fuori”.

La 37enne originaria del Colorado, ha iniziato la sfida nelle prime ore del mattino, partendo dall’Inghilterra, e l’ha portata a termine 54 ore dopo, raggiungendo la Francia martedì mattina alle 6:30 e rispettando le regole della Federazione di nuoto e pilotaggio della Manica che prevedono di indossare solo il costume da bagno, un cappello e gli occhiali.

Inizialmente la distanza totale doveva essere di 80 miglia ma, le maree nel Canale l’hanno aumentata drasticamente, di oltre il 60%, facendola così nuotare per quasi 130 miglia (209Km).

In questi anni soltanto 4 nuotatori hanno provato ad affrontare la stessa impresa, attraversando il Canale della Manica senza fermarsi, ma nessuno prima di Sarah era riuscito a completare la quarta ed ultima tappa.

Attraversare la corrente non è stato facile nemmeno per la signora Thomas, in quanto questa la spingeva continuamente fuori rotta, inoltre, durante la traversata, è stata punta anche da una medusa sul viso ma, nonostante la fatica, l’acqua salata e le condizioni davvero difficili che ha dovuto fronteggiare, è riuscita a portare a termine l’impresa stupendo anche sé stessa.

Molte sono state le persone ad accoglierla sulla spiaggia, una volta giunta al traguardo, per incontrarla e augurarle ogni bene.

Dopo il trattamento per il cancro al seno, l’equipe di esperti aveva consigliato alla donna di continuare a nuotare e così non si è mai fermata, trovando un’ulteriore forza per combattere il brutto male.

Da nuotatrice esperta quale è, quella di domenica non è stata la sua prima sfida. Nel 2007 infatti ha nuotato per la prima volta in acque libere. Già nel 2012 e nel 2016 aveva provato ad attraversare il Canale ma la distanza percorsa non era “abbastanza” lontana così, dopo il tumore, ha deciso di riprovarci superando ogni record.

Un successo davvero straordinario e meritato che ha spinto i confini del nuoto di fondo.

sarah thomas

Ph. Jon Washer

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sarah, la nuotatrice che ha attraversato la Manica dopo aver vinto il&...