#Parigi: grazie a Twitter scopre chi l’ha aiutata

Le immagini della ragazza incinta, sospesa alla finestra di fronte al Bataclan hanno fatto il giro del mondo. Oggi sta bene e grazie a Twitter ha ritrovato il suo salvatore

video AskaNews

Tra le tante, troppe, che sono circolate nelle ultime ore è una delle scene che hanno colpito di più: nello stesso video si vede sia il coraggio dei tanti ragazzi che cercano di portare i corpi dei feriti in salvo lungo la via, sia quella ragazza sospesa nel vuoto da una finestra del secondo piano, che chiede aiuto.

Proprio quest’ultima, che oltretutto si trova in stato interessante, nelle ultime ore ha fatto sapere che sta bene. Un suo amico nel frattempo si è attivato via Twitter per provare a rintracciare la persona che l’ha soccorsa e sorretta: i due erano rimasti appesi l’una alle mani dell’altro per cinque lunghissimi minuti, prima che venisse definitivamente portata dentro. Questo il tweet con cui inizia la ricerca:


Il tweet ha scatenato ovviamente la curiosità e la solidarietà degli utenti che nel giro di poche ore hanno letteralmente sfondato il tasto Retweet e hanno fatto circolare il messaggio a velocità supersonica. In poche ore l’angelo generoso è stato rintracciato: si chiama Sebastien, si è saputo che per portare a termine il suo gesto è rimasto ostaggio dei terroristi ed è stato uno degli ultimi ad essere rilasciato. Il ragazzo ha fornito all’amico della ragazza un numero di telefono privato, così da per poter essere contattato se lei lo vorrà.

Dentro una vicenda tanto orribile, per fortuna c’è spazio anche per una #bellastoria. Condividila: il riscatto comincia sempre da gesti come questo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

#Parigi: grazie a Twitter scopre chi l’ha aiutata