Il “male incurabile” fa meno paura

Tumori: all'Italia il primato di guarigioni in Europa. Dagli esperti una fiaba per aiutare le mamme e i papà malati a raccontare "il mostro" ai loro figli

Fonte: AskaNews

Di tumore si muore. Di tumore, però, si guarisce sempre più spesso. Soprattutto in Italia. Questo il dato incoraggiante emerso a Roma nel corso del XVII Congresso nazionale dell’Associazione italiana di oncologia medica, a cui hanno partecipato circa tremila esperti. Dal 1990 al 2007 gli uomini che hanno sconfitto il cancro nel nostro Paese sono aumentati del 18%, del 10% nel caso di pazienti donne. Dati, afferma l’Aiom, ”che collocano l’Italia al vertice in Europa per numero di guarigioni’‘.

Colon, seno, prostata: sono questi i tumori più frequenti ma anche quelli che hanno fatto registrare la percentuale più significativa di sopravvivenza a lungo termine. Il “male incurabile” (come lo definisce ancora il 54% degli italiani intervistati dalla Aiom) continua a mietere vittime ma può e deve cominciare a fare meno paura. Di qui l’importanza della prevenzione (nel video , una campagna del Ministero della Salute) e, soprattutto, di controlli periodici.

In occasione del Congresso romano è stata presentata una fiaba per aiutare i genitori colpiti da tumore a comunicare la notizia della malattia ai figli. Si chiama “Il Viaggio della Regina” (di Beatrice Masini e Gianni De Conno, Carthusia Edizioni). Il libro – ha spiegato la dott.ssa Stefania Gori, presidente eletto Aiom – racconta il viaggio di una mamma, la Regina, che affronta il “Mostro” (cioè la malattia), con determinazione e con la volontà di vincerla, anche se con fatica, paura e sofferenza. E la Regina manda a dire ai suoi figli: … sono stanca. Ma non mi fermo, piano piano torno da voi“. Il racconto trasmette al figlio un messaggio di speranza: la mamma è malata, ma vuole tornare e stare a casa insieme ai piccoli. Questo strumento può essere utilizzato da chi, come noi, lavora tutti i giorni in oncologia per facilitare la comunicazione ai figli della diagnosi di tumore di un padre o di una madre. Insieme a loro dobbiamo affrontare questo difficile viaggio, che unisce quotidianamente dolore e speranza”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il “male incurabile” fa meno paura