Elena Bonelli dedica l’Inno di Mameli a tutti gli italiani

La voce dell'inno italiano ai mondiali di Corea del 2002 ha regalato ai suoi fan un'esibizione canora speciale

In occasione del 159esimo anniversario dell’unità d’Italia, l’attrice e cantante Elena Bonelli ha sorpreso i suoi fan con un regalo speciale. L’artista romana, che ha da poco spento 62 candeline, ha lasciato a bocca aperta i suoi estimatori esibendosi sulle note dell’Inno di Mameli.

Carissimi amici, oggi 17 marzo 1861 l’Italia diventava il Regno Unito d’Italia, 159 anni fa. Ascoltate bene le parole dell’inno, perché noi cantiamo solamente la prima di strofa.

Così ha esordito Elena Bonelli nel video che l’ha poi vista intonare l’inno italiano completo. Come da lei stessa accennato, nelle occasioni ufficiali si canta solo la prima strofa. La canzone ne comprende invece tre, l’ultima delle quali è particolarmente indicativa della forza dell’unità nazionale.

La Bonelli, che alla fine del 2019 ha portato anche in libreria il suo progetto musicale Dallo Stornello al rap, è considerata una delle voci simbolo della tradizione canora romana. Con una carriera iniziata nel 1982 (ha esordito in tv e l’anno successivo in teatro con uno spettacolo diretto dal regista e musicologo Roberto De Simone), l’artista ha già cantato l’inno italiano in un’occasione importante.

Elena Bonelli è stata infatti la voce ufficiale dell’Inno di Mameli ai mondiali di calcio di Corea nel 2002. La voce di Roma – così è nota la Bonelli nel mondo della musica – è attiva da anni nella celebrazione dell’italianità.

Il brano che in questi giorni – ieri in particolare – milioni di persone hanno cantato, è stato da lei promosso in oltre 100 Paesi del mondo grazie al Progetto Inno di Mameli, da lei stessa ideato e realizzato con la volontà dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.

Sono passati 18 anni dai momenti sopra ricordati. Le emozioni del mondiale di calcio di Corea e della Bonelli che intona l’inno con indosso un meraviglioso abito rosso sono entrate a far parte della storia del nostro Paese.

Oggi come oggi, in un momento che per molte persone è tutto tranne che facile, non può che far piacere la possibilità di riviverle per qualche minuto attraverso una grande voce che, direttamente da casa sua, ha fatto un regalo a tutti gli italiani, permettendo di apprezzare ancora di più il canto risorgimentale scritto da Goffredo Mameli nel lontano 1847.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Elena Bonelli dedica l’Inno di Mameli a tutti gli italiani