Mamma corregge la diagnosi dei medici e salva suo figlio

I medici avevano formulato una diagnosi di schizofrenia nel figlio. Lei ci ha messo due giorni per dimostrarne una molto diversa e strapparlo agli psicofarmaci. Era faringite

Video tratto da OpenSpace

Una madre non si ferma mai di fronte a niente, quando si tratta di aiutare i propri bambini. Lei si chiama Loretta Falcone, è un’americana di origini italiane, da 20 anni in Italia. Il figlio era ricoverato da diciassette giorni nel reparto di psichiatria dell’Ospedale San Gerardo di Monza con una diagnosi chiara: schizofrenia, ma alla mamma, una ricercatrice italo-americana che ha lavorato anche per la NASA, il modo in cui stavano operando i medici non convinceva affatto e così si è attivata da sola. Il risultato è straordinario e inquietante allo stesso tempo: il figlio aveva una banale faringite che, rilevata con un semplice tampone e curata con un antibiotico, è rientrata in pochi giorni e ha fatto scomparire i sintomi. Evitando tra l’altro al bambino di 12 anni di assumere gli psicofarmaci che gli erano stati nel frattempo prescritti dallo staff.

#Bellastoria, per fortuna sì. Ma una domanda sorge spontanea: è possibile che tra i degenti degli ospedali psichiatrici vi si trovino ricoverate persone a causa di una diagnosi sbagliata? È importante condividere questa notizia per raccogliere il parere di chi magari ha già avuto analoghe esperienze dirette.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mamma corregge la diagnosi dei medici e salva suo figlio