Terremoto: Italiani solidali in coda per donare sangue, ecco come fare

Dopo il terremoto gli italiani si mostrano solidali e pronti a donare il sangue per i feriti. Ecco cosa fare se volete donare anche voi

Il terremoto che ieri ha colpito duramente tutto il centro Italia, ha messo in ginocchio il nostro paese, ma è riuscito, ancora una volta, a tirare fuori tutta la solidarietà e la generosità del popolo italiano. In tanti infatti hanno risposto all’appello dell’Avis che chiedeva sangue di ogni gruppo per fare fronte all’emergenza medica post terremoto. Le persone ferite e in gravi condizioni, recuperate fra le macerie, sono tantissime, e mentre le ricerche continuano c’è urgenza di sangue.

All’ospedale San Camillo de Lellis di Rieti in tanti hanno deciso di donare il sangue e si sono messi in fila per fare la loro parte di fronte a questa tragedia. Lo stesso è accaduto a Roma, a Foggia e in tante altre città italiane, dove in centinaia sono accorsi nei centri Avis e negli ospedali rispondendo alle richieste di donazione. Dalla Lombardia sono già arrivate oltre quaranta sacche di sangue, insieme a mezzi e personale sanitario, mentre anche in Toscana sono tantissimi gli italiani che hanno scelto di donare il sangue.

L’ospedale di Rieti (Centralino 0746/2781), è stato fra i primi a chiedere aiuto a tutti e ha esteso l’orario di accettazione fino alle 20 per via dell’emergenza. Porte aperte anche negli ospedali di Roma e nelle Marche in particolare a San Benedetto del Tronto. Per conoscere i punti di raccolta del sangue si possono trovare info utili sul sito Avis regionale. La richiesta di sangue arriva soprattutto dal Lazio e Roma, dove sono stati portati la maggior parte dei feriti. I punti di raccolta sono stati divisi per provincia (Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo), mentre tutti gli ospedali della Capitale hanno aperto le porte a chi sia intenzionato a donare il sangue. Per farlo basta avere fra i 18 e i 65 anni, un peso non inferiore ai 50 chili ed essere in buona salute.

Terremoto: Italiani solidali in coda per donare sangue, ecco come ...