La meta-medicina e il rispetto del corpo

Impara ad ascoltare il corpo, ricerca nell’inconscio quello che ha fatto nascere la malattia, il disturbo. Non fermarti alla punta dell'iceberg

Care amiche, ormai è assodato che ai giorni nostri viviamo in una società sempre più evoluta e anche in campo medico si sono raggiunte conoscenze straordinarie. Tuttavia, queste hanno riguardato più il mondo fisico che quello delle cosiddette “energie sottili”. Ecco perché oggi vi vorrei parlare di meta-medicina, da affiancare alla medicina tradizionale, per comprendere più accuratamente le cause delle nostre malattie e poterle sradicare definitivamente.

La parola meta-medicina implica la radice greca “meta”, ovvero aldilà. Perché è proprio quello che fa questa disciplina: ricerca nell’inconscio quello che ha fatto nascere la malattia, il disturbo. Questo non significa assolutamente rifiutare i farmaci, preposti a far scomparire il dolore e i sintomi, bensì si concentra sulla ricerca del fattore responsabile dei disturbi, accompagnando le persone a prendere coscienza delle proprie dinamiche che siano emozionali, fisiche e mentali, per tornare in armonia con se stessi e sviluppare un percorso evolutivo personale.

Dunque, il sintomo, attraverso il corpo, nasconde un messaggio più profondo; infatti il dottor Bach (scopritore dei famosi fiori di Bach) diceva: «Ciò che chiamiamo malattia è solo la fase terminale di un disturbo molto più profondo, e perché un trattamento possa avere successo non basta curare la sola conseguenza, occorre invece risalire alla causa ed eliminarla».

Il sintomo è dunque la cima di un grande iceberg, e fin quando noi lavoriamo soltanto sulla punta non troveremo una soluzione definitiva; così porteremo il corpo ad individuare un altro modo per sfogare quel suo malessere, determinato da ferite emozionali.

Per seguire la pillola di Mindfulness “Rispetta il tuo corpo”, clicca e ascolta qui

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La meta-medicina e il rispetto del corpo