Miriam e le campionesse azzurre che stanno incantando il mondo

Ai Mondiali di volley femminile le italiane stanno dando spettacolo. Trascinate dalle strepitose Paola Egonu e Miriam Sylla. State tifando anche voi, vero?

Ci sono 14 meravigliose atlete italiane in Giappone che stanno facendo delle cose incredibili, ma di cui (come al solito) pochi parlano. Stiamo parlando della squadra italiana di volley femminile che sta disputando i Mondiali.

Inutile tirare fuori la solita polemica degli sport di serie a e di serie b, degli sportivi troppo pagati, che magari alla fine deludono pure, e di quelli che in silenzio compiono delle imprese incredibili.

Quello che conta è che queste ragazze, allenate da Davide Mazzanti, hanno già vinto 5 partite su 5 (con un solo set perso in tutte i match) e ora si sono qualificate per la seconda fase del torneo, dove si scontreranno con  Usa, Russia, Thailandia e Azerbaigian. Si comincia  domenica 7 ottobre contro le giocatrici azere, mentre l’ultimo incontro è previsto per giovedì 11 ottobre contro gli Stati Uniti.

Per Ofelia Malinov, Carlotta Cambi, Paola Egonu, Serena Ortolani, Lucia Bosetti, Elena Pietrini, Miriam Sylla, Sylvia Nwakalor, Cristina Chirichella, Sarah Fahr, Marina Lubian, Anna Danesi, Monica De Gennaro e Beatrice Parrocchiale questi mondiali potrebbero passare alla storia, dopo l’ultimo oro vinto al campionato mondiale bel 16 anni fa, nel 2002, e i due primi posti alla Coppa del Mondo del 2007 e 2011.

Una squadra fortissima e compatta, trascinata verso la gloria da due schiacciatrici fuori dal comune: l’amazzone Paola Egonu nata  di genitori nigeriani, classe 1998, già miglior giocatrice della Coppa Italia 2017-18 e la rivelazione Miriam Sylla, palermitana di origine etiope, alla sua prima esperienza mondiale, che “lascia basiti per la potenza debordante dei propri colpi”.

Una 23enne  che gioca per grandissima passione e anche per tener fede a una promessa fatta anni fa ai genitori (“”prima o poi con la pallavolo darò un senso a tutti i nostri sacrifici”) e che su Instagram ha postato una foto di tutta la squadra e sotto ha commentato:

“Alors on vit chaque jour comme le dernier. Parce qu’on vient de loin…”
(Allora viviamo ogni giorno come l’ultimo. Perché veniamo da lontano)

Teniamole d’occhio, facciamo il tifo per loro, non smettiamo di sostenerle. Perché queste giovani (ma giganti) azzurre potrebbero portarci sul tetto del mondo.

Miriam e le campionesse azzurre che stanno incantando il mondo