Jamie Andrew scala il Cervino senza braccia né gambe

Jamie Andrew ha compiuto una grande impresa. Lo sportivo ha scalato il Cervino senza braccia né gambe

In vetta al Cervino senza gambe né braccia: è questa la grande impresa compiuta da Jamie Andrew, scalatore scozzese che è riuscito a conquistare la cima della montagna senza  arti. La sua storia ha fatto il giro del mondo e ha dell’incredibile. Era il 1999 quando Jamie Andrew dovette subire l’amputazione di tutti e quattro gli arti a causa del congelamento e di un’infezione.

Jamie stava scalando il Monte Bianco con l’amico Fisher, quando vennero sorpresi dalla neve e, a 4.000 metri di quota, trovarono riparo in una cengia. La coppia d’amici passo cinque giorni a meno 30 gradi sino a quando non furono raggiunti dal soccorso alpino. Jamie Fisher era già morto, mentre Andrew riuscì a salvarsi, ma il medico che l’aveva in cura il dottor Emmanuel Cauchy, dovette amputargli gli arti.

Da allora Jamie Andrew ha avuto solo un’idea fissa: tornare sulla vetta della montagna. Nel 2004 riesce a raggiungere la cima del Kilimangiaro a 5.885 metri. Il 4 agosto invece è riuscito a conquistare la cima del Cervino con due guide alpine inglesi. Lo scalatore ha impiegato sei ore per salire sino alla vetta e mezz’ora per tornare indietro.  Per affrontare la scalata ha legato due bastoni telescopici agli avambracci d’acciaio. “Vedrai, qui tornerò” aveva detto al medico costretto ad amputargli braccia e gambe e così è stato.

La storia di Jamie Andrew ci dimostra, ancora una volta, che nulla è impossibile nella vita quando si vuole davvero raggiungere il proprio obiettivo se si ha la giusta forza di volontà. Una forza di volontà che accomuna questo scalatore a Kathleen Baker che, nonostante le sia stato diagnosticato il morbo di Crohn è riuscita a partecipare alle olimpiadi di Rio 2016 e a vincere la medaglia d’argento nei 100 metri di dorso femminile realizzando il suo sogno.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Jamie Andrew scala il Cervino senza braccia né gambe