Infermieri e medici ci saranno sempre per noi, oggi e domani. Non dimentichiamolo

Ricordiamoci di quello che fanno sempre, anche quando tutto questo sarà passato

Stefania, Carla, Lucio, Alessandro, Barbara, Lisa, Laura, Davide, Edoardo. Questi sono solo alcuni dei nomi delle centinaia di persone che ogni giorno scendono in campo per noi e per la nostra sopravvivenza. Perché adesso possiamo dare un volto alle persone che ogni giorno si prendono cura dei malati, di COVID-19 e nonsolo. Li seguiamo su Instagram e Facebook, ci commuoviamo leggendo i loro post.

È un momento difficile e duro per l’Italia intera ma mai come in questo periodo storico, nonostante le distanze, cerchiamo di stare vicini. Che abbiamo senso civico e vogliamo fermare tutto questo lo possiamo dimostrare facendo gesti consapevoli e responsabili: restando a casa, limitando gli spostamenti a quelli strettamente indispensabili. Seguendo le direttive del Governo.

Pensiamoci un attimo, a noi a volte sembra terribile dover stare chiusi in casa, ma ci pensate a cosa stanno facendo ora gli infermieri, le dottoresse, il personale ospedaliero in generale? Lavorano fino allo stremo e mettono a repentaglio la loro stessa salute per assistere gli altri. Davanti a questo il nostro piccolo sforzo di non uscire, è davvero limitato, non trovate?

E allora siamo a casa, al sicuro tra le nostri pareti domestiche. Mentre loro scendono in campo, nella battaglia contro il Coronavirus. Questi instancabili lavoratori ci sono sempre stati in realtà, ma mai come adesso gli abbiamo dato così tanta importanza. Infermieri, dei dottori e degli operatori sanitari che nonostante tutto, la sera trovano la forza per farsi un selfie, postarlo sui social e farci riflettere, strapparci un sorriso, darci una speranza.

Perché loro il CoVid-19 lo hanno guardato negli occhi e lo affrontano ogni giorno tra i reparti di terapia intensiva e i corridoi dell’ospedale dove ogni giorno si ritrovano. E ora lo sappiamo, abbiamo compreso l’impegno, la devozione e la professionalità di queste persone che non si sono fermate, che hanno deciso di non gettare la spugna nonostante le difficoltà e lo sconforto del diffondersi dell’epidemia.

Ci sono, ogni giorno per noi. Ci saranno anche anche quando sconfiggeremo il Coronavirus e tutto tornerà alla normalità. Oggi li chiamiamo eroi, ma non dobbiamo scordare mai quello che fanno, anche quando tutto questo sarà finito. Perché la maggior parte di loro quel lavoro lo ha scelto, e lo fa con impegno, mettendoci tutto se stesso, mettendoci tutto il cuore.

È così che l’infermiera Stefania, che seguiamo su Facebook, ce lo ricorda: “Siamo sempre noi” – scrive in un post –Siamo sempre gli stessi. Non ricordatevelo solo ora. Ma anche domani, dopo domani e tra mesi. Ricordatevelo”.

E ha ragione, non dobbiamo dimenticarci mai di chi tutti i giorni si prende cura di noi, perché sono queste le persone che ci ricordano quanto sia preziosa la vita. E quanto è prezioso chi fa un lavoro così importante: prendersi cura degli altri.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Infermieri e medici ci saranno sempre per noi, oggi e domani. Non dime...