In Italia arrivano i “muri della gentilezza” per donare un caldo inverno a chi ne ha bisogno

Una bella iniziativa solidale pensata per donare capi invernali a chi è meno fortunato

C’è sempre qualcosa che possiamo fare per aiutare le persone meno fortunate di noi e i “muri della gentilezza” in giro per il mondo e per l’Italia sono sempre più numerosi.

Nati in Iran nel 2005 i “wall of kindness” sono stati pensati per donare cappotti e indumenti pesanti ai senzatetto delle città. Un’iniziativa solidale per combattere l’inverno rigido in una zona che stava attraversando una grande crisi economica.

Rapidamente diffusisi in tutto il mondo, i “muri della gentilezza” sono arrivati anche in Italia, da nord a sud, passando per l’Emilia Romagna, la Campania e anche la Sicilia. Per fare del bene basta davvero poco.

Giacche, cappotti, coperte, pantaloni, e altri indumenti compaiono sul muro della gentilezza, dove un cartello, presso il nido “La Trottola” in Emilia Romagna, recita la scritta “Se non ne hai bisogno lascialo. Se hai bisogno prendilo”.

La bella iniziativa solidale è arrivata anche in Campania, a Cerreto Sannita, grazie alla Caritas e alla Diocesi guidata dal vescovo Don Mimmo Battaglia. Qui, sul muro della chiesa, una lunga fila di cappotti, piumini e abiti invernali da donare alle famiglie bisognose e ai senzatetto durante il lungo inverno.

muro-gentilezza

Fonte: I Press

A Catania, in Corso Sicilia, all’angolo con piazza della Repubblica, sono stati appesi numerosi attaccapanni dove è possibile lasciare cappelli, guanti, sciarpe e cappotti in buone condizioni. L’iniziativa, oltre a far bene al cuore e a sensibilizzare i cittadini, colora le vie della città con il motto creato da Laboriusa: “Ci sono muri che dividono. Ci sono muri che uniscono. Questo è il nostro, oltre ogni barriera.”

Ed è proprio vero. Finalmente, dopo millenni di battaglie e guerre, i muri sono diventati un simbolo di unione. Un modo per fare del bene che, al giorno d’oggi, non è mai abbastanza.

L’iniziativa solidale del “muro della gentilezza” come il “panino” o il “caffè sospeso” sono un ottimo modo per cercare di equilibrare l’enorme spreco di cibo, indumenti e denaro, e la disperazione di milioni di persone che, purtroppo, non hanno nulla.

Ricordatevi sempre che “il bene genere bene”. Ogni gesto che facciamo, anche il più piccolo, può davvero migliorare la vita delle persone meno fortunate di noi.

muro-gentilezza-catania

Fonte: I Press

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In Italia arrivano i “muri della gentilezza” per donare un...