Ikea apre le sue porte: ora i cani randagi potranno entrare a riscaldarsi

Succede nel negozio di Catania dove sono stati avvistati alcuni cani randagi mentre fanno dei pisolini tra gli allestimenti

Il freddo è arrivato e, come ogni anno, il problema ricade anche sugli animali randagi che girano per le città senza avere un posto dove ripararsi.

Questo però non succede a Catania dove ha preso piede una bella iniziativa di solidarietà, proprio durante le giornate di maltempo che hanno colpito la città siciliana. Qui infatti ad aprire le proprie porte ai cani randagi è stato un negozio molto famoso: l’Ikea.

Un’iniziativa che ha fatto subito il giro del web e che è stata apprezzata dalle tante persone che amano gli animali. In tanti hanno visto, nel gesto del punto vendita della catena svedese, un punto di partenza per prendersi cura degli animali indifesi e in difficoltà.

Il tutto è partito da alcuni acquirenti che hanno notato gli animali dormire comodamente all’interno delle aree allestite del negozio di mobili. Immagini che hanno colpito nel segno e che in poco tempo sono diventate virali su internet.

E quindi i migliori amici dell’uomo hanno trovato tra le confortanti pareti dello store Ikea un momento di riposo dalla vita di strada, al caldo, senza rifiutare anche qualche coccola da parte dei clienti intenti a fare i loro acquisti.

I cani ripresi sono comodamente addormentati sui tappeti, tra poltrone allestimenti natalizi e complementi d’arredo.

Le iniziative a favore degli animali randagi si moltiplicano. Basti pensare, ad esempio, alla Costa Rica dove esiste il Territorio de Zaguates, dove vivono liberamente tantissimi cani, curati da diversi volontari, che possono essere adottati da chi visita quel territorio.

Gesti che piacciono e che vengono premiati dal pubblico. Infatti la bella iniziativa del negozio Ikea di Catania ha fatto il giro del web, mostrando immagini dolcissime di questi animali strappati dalla strada per offrirgli per qualche ora un rifugio sicuro.

E Ikea non è il primo negozio a pensare a un’iniziativa di questo tipo. Anche all’estero negli anni scorsi ci sono state testimonianze di solidarietà. In Turchia ad esempio a gennaio del 2017 durante una tempesta di neve a Istanbul cani e gatti randagi sono stati salvati dai negozianti, iniziativa simile a quella che era stata promossa  da un bar dell’isola di Lesbo in Grecia dove durante la notte venivano accolti gli animali.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ikea apre le sue porte: ora i cani randagi potranno entrare a riscalda...