Giuseppe è il laureato più anziano d’Italia. E questa è la sua storia

Una storia che ci insegna che nessun limite può impedirci di realizzare i nostri sogni

L’invito di Giuseppe è quello di studiare, oggi, domani e sempre e se lo dice lui, che a 96 anni e 10 mesi si è aggiudicato, e meritato, il titolo del laureato più anziano delle università italiane, dovremmo davvero dargli ascolto.

Questa storia ci conduce dritti a Palermo, è qui che Giuseppe Paternò, nel 2017, decide di riprendere gli studi iscrivendosi al corso di studi di Storia e Filosofia conseguendo una meritatissima laurea con 110 e lode. Oggi, in città, tutti lo chiamano il dottore Paternò, perché hanno visto e vissuto in prima persona l’impegno di quel nonno prodigio che non si è fermato davanti a nulla per raggiungere il suo obiettivo, quello di laurearsi.

La voglia di studiare è sempre stata un punto fermo nella sua vita e Giuseppe, nonostante abbia iniziato a lavorare a 7 anni per aiutare la famiglia, ha sempre avuto un sogno, quello di ritornare sui banchi di scuola. Lo ha fatto prima a 30 anni, studiando alla scuola serale per conseguire il diploma di geometra, ma tra famiglia e lavoro, il tempo a disposizione scarseggiava, così quando è arrivata la pensione, il palermitano ha finalmente potuto dedicarsi a ciò che amava fare: studiare.

Oggi il nonno prodigio può vantare, grazie alla media del 29.80, una laurea con lode, attribuitagli orgogliosamente dalla commissione in aula estremamente entusiasta di Giuseppe e del suo percorso. Il rettore Fabrizio Micari lo considera una vera forza, un esempio per i giovani che dovrebbero focalizzarsi sugli studi e sui loro obiettivi. Soddisfatta di lui è anche Rossella Cancila, professoressa dell’Università che ha seguito Paternò durante tutto il suo percorso, non manca poi l’orgoglio da parte dei figli, dei nipoti e di tutti gli abitanti della città.

Giuseppe è un modello per tutti, non solo per i giovani che possono trarre da lui un messaggio importante, quello di studiare e di agire per costruire un futuro. L’uomo palermitano è un vero e proprio esempio di vita perché dimostra che non esistono limiti o ostacoli abbastanza grandi da impedirci di raggiungere i nostri sogni. Lui ci ha insegnato che le parole “ormai” e “è troppo tardi” non dovrebbero appartenere a nessuno, perché ci impediscono di crescere e di evolverci, di andare avanti. E se Giuseppe si fosse lasciato condizionare da queste, oggi non sarebbe il laureato d’Italia più anziano di cui tutto il Paese è orgoglioso.

Giuseppe Paternò Laureata

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giuseppe è il laureato più anziano d’Italia. E questa è la su...