Le farfalle della ritmica sono d’argento: semplicemente meravigliose

Le farfalle della ritmica conquistano l'argento e ottengono il pass per i Mondiali di Tokyo, fra brividi e lacrime

Lacrime, sudore e un podio che vale i Mondiali: bastano queste parole per raccontare la vittoria delle farfalle della ritmica, le atlete azzurre che hanno conquistato l’argento nella competizione di Sofia.

Settembre sarà un mese da incorniciare per le farfalle della ritmica, che sulla pedana ai Campionati Mondiali di Bulgaria, hanno guadagnato il secondo posto, battendo i padroni di casa e piazzandosi solamente ad un punto e mezzo di distanza dalla Russia. Eleganti, bellissime, ma soprattutto pronte a vincere la sfida, le azzurre di Emanuela Maccarani, non hanno ottenuto solamente la medaglia d’argento, ma anche il pass per Tokyo 2020. Un piazzamento d’onore che arriva con due anni d’anticipo grazie alla tenacia e alla forza di queste ragazze giovanissime, innamorate della ginnastica ritmica.

In cinque sulla pedana, vestite con i loro body neri e argento, con i simboli dell’Italia, hanno mostrato tutto il loro talento, convincendo i giudici. Una vittoria, quella delle atlete italiane, che ha il sapore di rivincita, dopo il quarto posto a Rio, dove le farfalle della ritmica, super favorite, erano arrivate quarte, penalizzate da un punteggio, che forse, non gli aveva reso abbastanza giustizia.

Ora però è tempo di guardare avanti e di puntare a Tokyo 2020, per strappare quella vittoria che le farfalle sognano da sempre. Una soddisfazione soprattutto per Alessia Maurelli, che a 22 anni è la veterana della squadra, pronta a sollevare l’umore delle compagnie e a spingerle a non arrendersi.

Uno sport che non lascia scampo, in cui tutto è questione di millimetri, in cui le figure vanno eseguite alla perfezione e dove il corpo viene spinto al limite. A guardarle così, leggiadre e bellissime, sembra semplice, ma dietro si nascondono mesi di allenamenti, di sveglie alle 5 di mattina, di infortuni, dolori e lacrime. Tutto per arrivare su quella pedana, in cinque, e giocarsi il podio in una manciata di minuti. Lo rifaranno, ancora una volta, in occasione dei Mondiali di Tokyo, decise a strappare la vittoria alle colleghe della Russia, che ormai non fanno più paura.

Nel frattempo le farfalle della ritmica si godono la vittoria, pronte a sopportare nuovi sacrifici, altra stanchezza e allenamenti durissimi: tutto per conquistare non un sogno qualsiasi, ma il LORO sogno. Forza ragazze, siamo con voi!

Le farfalle della ritmica sono d’argento: semplicemente meravig...