Esci dalla zona di confort

La "zona di confort" è il nostro quotidiano, quello che viviamo ogni giorno, fatto di cose conosciute e per questo rassicuranti. Mentre il nuovo, lo sconosciuto, l'ignoto, ci spaventa, ci fa salire ansie, paure, preoccupazioni

A tutte noi è capitato almeno una volta nella vita di non sentirsi all’altezza, e per questo rinunciare a un’opportunità pur di non uscire dalla così detta “zona di confort” e scontrarsi con una sfida, un cambiamento.

Perché lo abbiamo fatto? Per paura di non sapere affrontare la situazione, per timore del fallimento. Si chiama autosabotaggio: è un meccanismo di autodifesa per proteggerci da qualcosa che ci incute timore.

Sì, ma cos’è davvero la “zona di confort” di cui abbiamo parlato sopra? Altro non è che il nostro quotidiano, quello che viviamo ogni giorno, fatto di cose conosciute e per questo rassicuranti. Mentre il nuovo, lo sconosciuto, l’ignoto, ci spaventa, ci fa salire ansie, paure preoccupazioni.

Ecco, occorre andare oltre a questo disagio, facendolo queste sensazioni diventeranno solo un sottofondo leggero e l’ignoto, l’incertezza, ci faranno sempre meno paura.

Per seguire la pillola di Mindfulness “Esci dalla zona di confort”, clicca e ascolta qui

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Esci dalla zona di confort