Che cos’è il “grado di separazione”

Il grado di separazione è un concetto molto diffuso tra le masse ma qual è la sua origine? A cosa si riferisce? Scopriamo insieme le basi di questa teoria sociologica

La teoria del grado di separazione nasce nel 1929 con il libro “Catene” dell’ungherese Frigyes Karinthy. Nel libro infatti si legge: “la rapidità con cui si diffondono le notizie e l’utilizzo di mezzi di trasporto sempre più veloci abbia reso il mondo più piccolo rispetto al passato”.

I personaggi cercano quindi di calcolare quante persone sono necessarie per entrare in contatto con il premio Nobel Selma Lagerlof e scoprono essere mediamente 5. Secondo questo pensiero ogni individuo nel mondo, ancora di più oggi con l’avvento di internet e diverse app, è collegato a chiunque nel mondo attraverso altre cinque persone.

Nel 1967 lo psicologo Stanley Milgram cerca di verificare scientificamente questa ipotesi ribattezzandola “teoria del mondo piccolo”. Lo studioso sceglie un campione di persone del Midwest chiedendo loro di spedire un pacco ad un soggetto specifico in Massachussets.

Le uniche informazioni che vengono fornite sono il nome del destinatario e dove abita. Il campione di persone deve quindi utilizzare le sue conoscenze per riuscire a raggiungere questo individuo. Il risultato finalmente dimostra che sono necessari tra i 5 e i 7 collegamenti per arrivare al destinatario.

Questa ipotesi è stata spesso condannata e criticata dai vari studiosi a causa dell’esiguità del campione preso in analisi. Le persone che hanno partecipato alla sperimentazione sono state infatti poco più di un centinaio, troppo poche per avere una valenza scientifica.

Nonostante ciò questa teoria si diffonde immediamente con il nome di “sei gradi di separazione” e ispira moltissimi artisti. Nel 1990 nasce uno spettacolo teatrale intitolato proprio “sei gradi di separazione” di John Guare e nel 1993 un film omonimo interpretato da Will Smith.

La teoria del grado di separazione incuriosisce ancora oggi molti studiosi tanto che nel 2011 perfino un colosso come Facebook ha deciso di sperimentarla. Lo staff ha calcolato quanti collegamenti sono presenti tra i vari utenti. In media è risultato che i gradi di separazione sono 3,74.

In passato quindi ognuno di noi era distante 5 persone da qualunque altro individuo, compreso il nostro idolo dei sogni. Oggi, grazie all’avvento delle nuove tecnologie che ci permettono di essere strettamente in contatto, il grado di separazione è diventato nettamente inferiore.

Anche nell’ultimo Festival di Sanremo il concetto del grado di separazione è stato quanto mai attuale. La seconda arrivata, Francesca Michielin, ha incentrato il suo brano proprio su questo tema. Infatti con il titolo Nessun grado di separazione ha voluto auspicare che un giorno non ci saranno più distanze e barriere tra le persone.

Che cos’è il “grado di separazione”