Il bimbo più piccolo del mondo torna finalmente a casa da mamma e papà

Dopo 5 mesi di terapia intensiva il bambino ora sta bene

Finalmente la buona notizia è arrivata, il neonato più piccolo del mondo sta bene ed è tornato a casa dai propri genitori. Il bambino ha stabilito uno spiacevole record mondiale poiché è nato in Giappone molto prematuramente, è stato infatti partorito alla ventiquattresima settimana e pesava solo 268 grammi.

La situazione era da considerarsi tragica, un bambino così piccolo non si era mai visto e le possibilità di sopravvivenza erano davvero poche. I genitori erano infatti stati avvertiti del rischio dallo staff medico perché la situazione era davvero urgente e la vita del piccolo era in grave pericolo. L’unica possibilità per il neonato era quella di continuare a crescere e formarsi nell’incubatrice, unico luogo sicuro per lui dopo il pancione della sua mamma.Il tempo trascorso nell’incubatrice neonatale in terapia intensiva è stato di ben cinque mesi ma il bambino ce l’ha fatta: la sua voglia di vivere ha avuto la meglio sulla sua sfortuna e ha raggiunto così 3,2 kilogrammi, ben dodici volte il suo peso iniziale. Il piccolo è stato poi dimesso dall’ospedale solo due mesi dopo la data prevista della gravidanza, un successo.

Il lavoro dello staff medico è stato eccellente e il neonato ha preso peso ed è cresciuto nell’incubatrice nella sicurezza più totale. Un grande passo per la medicina odierna che, davanti a un bambino prematuro da record, è riuscita a garantirgli una cura e a salvarlo dalla fine che sembrava già scritta.

Il primario dell’ospedale Takeshi Arimitsu ha dichiarato con soddisfazione che la riuscita di questa operazione a lieto fine mostra come anche i bambini più piccoli possono diventare sani e forti grazie alle adeguate cure. Nell’ospedale universitario di Keio, in Giappone, tutto è filato liscio e il bambino, che era nato in agosto dopo un parto cesareo d’urgenza, oggi sta bene e riposa tranquillo tra le braccia dei suoi genitori.

Prima di lui il detentore del record era un neonato tedesco che alla nascita pesava solamente 274 grammi. Tra i bambini prematuri il tasso di sopravvivenza è decisamente più alto nel sesso femminile: non si ha ancora una valenza scientifica ma si suppone che il motivo sia legato allo sviluppo più lento dei polmoni nei maschi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il bimbo più piccolo del mondo torna finalmente a casa da mamma e pap...