Bimba chiama i carabinieri: “Siete meravigliosi”

Tutto andrà bene perché abbiamo il cuore grande. E questa storia lo dimostra

Le cattive notizie, la paura e le distanze sempre più insopportabili ormai sembrano protagoniste indiscusse delle nostre giornate. Poi però accadono cose incredibili e meravigliose che ci ricordano che andrà tutto bene e che ce la faremo perché abbiamo un cuore grande.

E lo dimostrano le persone che tutti i giorni restano a casa, chi invece raggiunge il posto di lavoro per garantirci i servizi essenziali, i medici che combattono contro il virus ogni giorno e gli eroi della strada che contribuiscono a mantenere l’ordine e a far rispettare le regole.

E poi ci sono loro, i bambini che ci ricordano di prendere esempio dal loro cuore grande e puro. Loro che sono il nostro futuro ci infondono speranza e anche se forse non conoscono i dettagli dell’epidemia che si sta diffondendo,, hanno capito l’importanza delle azioni umane.

Lo ha dimostrato Noemi che di sua iniziativa ha fatto una telefonata inaspettata al centralino della questura di Viterbo “siete meravigliosi, vi voglio bene”, ha detto la bambina tenendo la cornetta ben salda tra le sue manine.

Lei ha voluto dare il suo contributo in questo modo, ringraziando i poliziotti che ogni giorno scendono in strada e lavorano per lei, per tutti noi, per l’Italia intera. E così, dopo aver scritto una lettera, ha chiamato la polizia di Viterbo per leggerla.

Dall’altra parte della cornetta un operatore delle forze dell’ordine ha ascoltato senza fiatare le parole della piccola Noemi, una telefonata, questa, che riscalda il cuore in un momento di buio per il nostro Paese.

Ma la bambina è speranzosa, lei lo sa che andrà tutto bene e questo accadrà proprio grazie al grande cuore degli italiani. “Continuate a essere meravigliosi. Un grande grazie ai medici, anche loro stanno facendo un faticoso lavoro per cercare di salvare tante persone malate. Un grazie a tutti voi da Noemi. Vi voglio bene”

Le parole di Noemi sono come una luce che filtra dalle tapparelle durante le ore più buie della notte. Ci ricordano che lì fuori ci sono persone che ogni giorno combattono una battaglia per noi. Ci ricordano che possiamo farlo anche noi, restando a casa e aspettando il giorno in cui scendere in strada sarà una festa. E tutto tornerà ad essere bello.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bimba chiama i carabinieri: “Siete meravigliosi”