Il post commovente dell’addestratore di Kaos, il cane eroe di Amatrice

Morto avvelenato nel giardino di casa. Qualcuno ha ucciso Kaos, cane eroe di Amatrice. Il suo padrone, disperato, si sfoga duramente sui social

Il web piange per la morte di Kaos, cane eroe di Amatrice. Lo piange il suo proprietario, Fabiano Ettore, che sul web rivela d’aver trovato senza vita per avvelenamento.

Il web è spesso in grado di rendere giustizia a chi davvero lo merita, raccontando storie fantastiche. Un discorso che non vale soltanto per gli uomini ma, spesso, anche per gli animali. È il caso di Kaos, cane eroe noto a molti per il lavoro svolto ad Amatrice, paese del Lazio devastato dal terremoto nel 2016. Un pastore tedesco adorato dal suo proprietario, che lo ha guidato nella ricerca dei sopravvissuti tra le macerie.

Fabiano Ettore, padrone e amico di Kaos, gli ha dedicato un lungo post su Facebook. Parole strazianti per omaggiare il suo amico a quattro zampe, ucciso nel giardino di casa. Lì è stato trovato, in un luogo che per lui doveva rappresentare un rifugio sicuro, in un paesino vicino L’Aquila.

Il web insorge dinanzi a questa ingiustizia, stringendo i pugni per il modo in cui un animale così nobile abbia dovuto lasciare questa terra. Avvelenato da un boccone di cibo lasciato lì da uno sconosciuto. Nessuna pista per il momento sull’assassino del povero Kaos. Un atto di crudeltà che per ora resta del tutto privo di senso.

Tanti gli appelli, al fine di spingere chiunque possa sapere qualcosa a parlare. Anche la Rai si è schierata in questa ricerca, con la nota trasmissione Chi l’ha visto? a caccia di testimoni. Molti i video omaggio per questo cane eroe, il cui lavoro non era iniziato ad Amatrice e non si è fermato lì. Di recente infatti aveva contribuito al ritrovamento di un uomo di Roio, del quale si erano perse le tracce.

Le parole scritte da Fabiano Ettore sono quelle di un padre che ha perduto il proprio figlio. Durissimo lo sfogo contro la mano violenta che gli ha portato via la cosa più cara al mondo: “Hai tolto a me e a una comunità intera la cosa più preziosa. Ha salvato delle vite… Corri amico mio, cerca ora dispersi lassù. Sarai per sempre nel mio cuore”.

A questo primo posto è seguito un secondo: “Hai lasciato un vuoto incolmabile amico mio, per mano di una persona meschina. Ne abbiamo viste tante insieme, salvato vite. Sei stato un amico fedele. Abbiamo condiviso tutto e ora corri, non ti fermare. Un giorno ci abbracceremo di nuovo”.

Il post commovente dell’addestratore di Kaos, il cane eroe di&nb...