A Milano arriva il muro della gentilezza

Dopo aver fatto il giro del mondo e dello stivale, anche Milano ha il suo "wall of kindness" per donare aiuto a chi ne ha bisogno

Si parla sempre tanto di gentilezza e beneficenza, e in Italia sono davvero numerose le persone dal cuore d’oro che, ogni giorno, cercano di rendere migliore la vita di chi è meno fortunato di noi. Dopo averlo visto in diverse città da Nord a Sud dello stivale e in giro per il mondo, anche a Milano è arrivato il “Muro della Gentilezza”.

Si trova in Via Luigi Nono e qui si può prendere ciò di cui si ha bisogno, senza chiedere nulla. Un luogo dove l’amore vero il prossimo e la generosità di chi dona incontra le necessità di chi, sempre più spesso, si vergogna a chiedere aiuto, di chi prova imbarazzo a mettersi in coda per un paio di scarpe o un cappotto dove ripararsi dal gelo.

Proprio a pochi metri dalla Fabbrica del Vapore è stato installato il “Muro della Gentilezza” dove vengono appesi indumenti che non si utilizzano più per essere donati a chi non ha nulla per coprirsi. Sciarpe, cappelli, cappotti, maglioni, scarpe. Sul Muro della Gentilezza si può donare qualsiasi cosa.

muro-gentilezza-milano

Il Muro della Gentilezza – fonte: Tempio del Futuro Perduto

Sono tanti i “wall of kindness” in giro per il mondo. Sono apparsi per la prima volta nel 2015 in Iran e hanno fatto il giro del globo, fino ad arrivare in Italia. Quello di Milano, davanti al Cimitero Monumentale, è stato allestito da associazioni e collettivi che gestiscono il “Tempio del Futuro Perduto”, un centro culturale che ha l’ingresso proprio lì accanto.

Da ieri sono apparsi i primi cappotti, giubbotti e maglioni per combattere il freddo pungente di questi giorni, ma anche libri, coperte, sacchi a pelo e cuscini. L’obiettivo è proprio quello di raccogliere il maggior numero di beni per poterli mettere a disposizione di chi ne ha bisogno.

I ragazzi de il “Tempio del Futuro Perduto” hanno magazzini dove da anni raccolgono capi di abbigliamento per aiutare le persone bisognose. Alcuni vengono donati alla Caritas, altri distribuiti ai più poveri, e altri ancora vengono appesi al muro. Con il loro operato e iniziative come il “Muro della Gentilezza” cercano di restituire a tutti il proprio futuro perduto.

Forse non possiamo cambiare il mondo, ma possiamo fare tanto per aiutare il prossimo: la chiave è nel nostro cuore.

muro-gentilezza

Il Muro della Gentilezza – fonte: Tempio del Futuro Perduto

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

A Milano arriva il muro della gentilezza