Kate Middleton svela perché non partecipò alla finale di Wimbledon

La Duchessa di Cambridge per la prima volta ha spiegato perché nel 2013 disertò il match decisivo che vide trionfare Andy Murray

Kate Middleton, come suo marito William, è una grande appassionata di sport. Non si perderebbe una gara per nulla al mondo. Dunque, la sua assenza alla finale di Wimbledon nel 2013 è apparsa davvero strana a tutti.

A 4 anni di distanza, ora che è madrina del famoso torneo di tennis, la Duchessa di Cambridge svela cosa è successo realmente. All’epoca Lady Middleton era incinta di George, il primogenito. La gravidanza era in uno stadio avanzato. E il suo medico le proibì di assistere al match.

Come ha rivelato la stessa Kate alla BBC, scrisse un biglietto a Andy Murray, tennista britannico che vinse poi quell’edizione, scusandosi personalmente di non poter essere lì. Quindi, non si trattò di un capriccio, ma di una questione di salute.

La prima gravidanza della Duchessa fu piuttosto problematica con forti nausee e il ginecologo le vietò di andare a Wimbledon per evitare che si affaticasse in modo eccessivo, complicando una situazione già non facile.

Oltre a George, Will e Kate sono genitori anche di Charlotte, nata nel 2015. Oggi la coppia reale ha dei seri problemi educativi, tanto che hanno assunto una tata speciale per correggere il comportamento dei due royal baby.

Kate Middleton svela perché non partecipò alla finale di Wimble...