Elisabetta II: storia di una regina determinata dall’incoronazione ad oggi

Il 2 giugno 1953 la regina Elisabetta II veniva incoronata, diventando sovrana d'Inghilterra: ecco la sua straordinaria storia

Il 2 giugno la regina Elisabetta celebra l’anniversario della sua incoronazione. Era il 1953 quando tutta l’Inghilterra, e il mondo, seguirono con il fiato sospeso un evento unico nella storia della monarchia britannica e di tutto il Novecento. L’incoronazione, trasmessa in eurovisione, seguiva di pochi mesi la salita al trono di Elisabetta, avvenuta il 6 febbraio 1953, in seguito alla morte del padre, Re Giorgio VI, duca di Windsor, deceduto nel 1951 nel corso di un viaggio in Canada.

La BBC, con il commento del famoso giornalista Richard Dimbleby, seguì la cerimonia, riprendendo la regina lungo il suo percorso da Buckingham Palace verso l’abbazia di Westminster all’interno di una carrozza dorata e circondata dalle alte cariche dell’esercito inglese. Elisabetta fece il suo ingresso nell’abbazia, fasciata in un abito sontuoso e prestò giuramento mentre l’assemblea gridava il motto: “God save the Queen Elizabeth”. La sovrana aveva 26 anni all’epoca e ancora non sapeva cosa l’aspettava per il futuro: un regno lunghissimo, tanti scandali e cambiamenti epocali.

Primogenita del duca di York, Elisabetta Alessandra Maria era nata a Londra il 21 aprile 1926. Curiosa, colta e amante dei cavalli, sin da subito mostrò la sua spiccata intelligenza, diventando Consigliere di Stato a soli diciotto anni e affiancando il re nelle scelte più importanti. Nel corso della seconda guerra mondiale operò in prima linea per difendere il suo paese, lavorando nell’esercito come autista di camion. Il 20 novembre del 1947 sposò il Duca di Edimburgo Philip Mountbatten, suo lontano cugino, e qualche anno dopo, nel 1951, dovette affrontare la morte improvvisa del padre. Giovanissima, eppure già matura e molto determinata, Elisabetta si trovò di colpo ad essere l’erede di uno dei troni più importanti d’Europa.

Non si tirò indietro, ma accettò di essere incoronata regina e di risollevare il popolo anglosassone, molto provato dopo la fine del conflitto mondiale. La sua incoronazione, non a caso, venne resa un evento mediatico per volere dello stesso Churchill, e svolto alla presenza di politici stranieri e capi di stato dei vari paesi del Commonwealth. Da quel momento la famiglia Windsor sarebbe stata sempre sotto l’occhio attento del pubblico, invidiata, studiata, ma soprattutto amata dai suoi sudditi.

Il resto è storia: la volontà di proteggere a tutti i costi la tradizione, guidando il paese e la propria famiglia con determinazione, lo scandalo di Lady Diana e il record battuto con i suoi anni di regno. Ne è passato di tempo da quel 2 giugno 1953: i tempi sono cambiati, il mondo è mutato, ma la regina Elisabetta è ancora lì, forte e unica.

Elisabetta II: storia di una regina determinata dall’incoronazio...