5 modi per ridurre l’uso dei detersivi (e risparmiare)

Lo sai che potresti facilmente ridurre il numero di detersivi che utilizzi, senza perdere in qualità ed igiene? Scopri come!

Simona Bondi

Simona Bondi Esperta di risparmio

Far quadrare al meglio il bilancio familiare è possibile iniziando dal tagliare le spese superflue che incidono per qualche centinaio di euro l’anno nel nostro budget. Oggi vorrei parlarvi di alcuni sistemi che ho provato personalmente e che mi hanno permesso di ridurre drasticamente il numero di detersivi per la pulizia della casa e del bucato, a vantaggio del mio portafogli e dell’ambiente.

Risparmiare eliminando alcuni detersivi

Se non hai mai fatto 2 conti, ti consiglio di farlo al più presto: conserva per uno o due mesi gli scontrini del supermercato e fai un calcolo di quanto spendi mensilmente per l’acquisto di detersivi. Scoprirai che questa spesa incide sul tuo bilancio per alcune centinaia di euro l’anno: la cifra ovviamente sarà differente a seconda della composizione del tuo nucleo familiare.

I prezzi dei detersivi più utilizzati

Per capire ancor meglio il costo dei detersivi che utilizzi, impara a guardare i prezzi al litro direttamente al supermercato e nei volantini promozionali: non fermarti solo al prezzo finale che vedi sullo scaffale.

Per esempio, un prodotto anticalcare di una nota marca ha un prezzo che sfiora i 4,00€ al litro.

Il costo medio dell’ammorbidente è di oltre 2,00€ al litro, mentre il detersivo per pavimenti si aggira intorno al prezzo di 1,00€ al litro. Il detersivo per piatti (per lavaggio a mano) costa poco più di 1,00€ al litro. Il detersivo liquido per lavatrice invece costa mediamente 4,00€ al litro, mentre il detergente per i vetri costa di media 2,50€ al litro.

Questa stima riguarda i prodotti delle grandi marche più venduti, ma spesso anche quelli di “sottomarca” non si discostano di molto da questi prezzi.

Come sostituire i detersivi per ridurre la spesa?

La bella notizia è che puoi riuscire a dimezzare la spesa annua dedicata ai detersivi sostituendo o eliminando alcuni di essi.

Per esempio, molti detersivi chimici per la casa possono essere sostituiti dall’aceto bianco, da sempre conosciuto dalle nostre nonne che già lo utilizzavano per le pulizie della casa.

Una bottiglia di aceto bianco ha un prezzo indicativo di 0,70€ al litro e può sostituire il detergente per i vetri, il brillantante della lavastoviglie (prezzo medio di oltre 5,00€ al litro per quelli delle marche più conosciute) ed il tuo abituale prodotto anticalcare. Per questo ultimo caso ti basta diluirlo con un pò di acqua (generalmente 2 parti di acqua ed 1 di aceto) e spruzzarlo sulle macchie di calcare e lasciare agire per pochi minuti: la sua efficacia è imbattibile!

Il detersivo per i piatti, fra i più economici in commercio, è perfetto per pulire i vetri delle finestre senza lasciare aloni e con ottimi risultati: ne basta una goccia su un panno in microfibra umido per una pulizia rapida ed efficiente delle finestre.

L’ammorbidente è un prodotto che si deposita sui capi lasciando un alone che ne rallenta l’asciugatura. Prova ad aggiungere un pò di aceto nella vaschetta dell’ammorbidente in sostituzione di questo prodotto: quando l’ho provato, pensavo che il bucato ne sarebbe uscito con un pessimo acre odore. Mi sbagliavo di grosso: l’aceto esalta il profumo del detersivo e non lascia alcun residuo sui capi. Inoltre, essendo un prodotto anticalcare naturale, aiuta a mantenere pulita la lavatrice.

Il vantaggio non è solo a livello economico: finalmente avrai la possibilità di ridurre le confezioni di detersivi che devi conservare nella dispensa o sotto il lavello della cucina. Per non parlare del peso dei flaconi quando fai la spesa al supermercato.

In questo articolo abbiamo visto 5 modi per ridurre l’utilizzo dei più comuni detersivi. Se ancora sei scettica, fai la prova che ti suggerivo ad inizio articolo. Conserva gli scontrini e fai un paragone prima o dopo le sostituzioni che ti ho consigliato.

Vedrai che il risparmio sarà notevole, più del 50% in un anno, ma non solo! Guadagnerai anche moltissimo spazio in casa e farai bene all’ambiente perchè diminuirai il numero di rifiuti chimici e di flaconi di plastica.

Simona Bondi Esperta di risparmio Appassionata di risparmio, dal 2008 gestisce il Blog DimmiCosaCerchi dove riporta iniziative promozionali dedicate al mondo del risparmio: campioni omaggio, concorsi a premio e buoni sconto sono all’ordine del giorno. http://www.dimmicosacerchi.it

5 modi per ridurre l’uso dei detersivi (e risparmiare)