I rischi legati alla pratica del sesso orale: facciamo chiarezza

Chi pensa che con il sesso orale non si corrano rischi per la salute sbaglia: ecco cosa è bene sapere prima di avere rapporti intimi con il proprio partner

Praticare sesso orale non rende immuni da rischi e dalla possibilità di incorrere in una delle più comuni malattie sessualmente trasmissibili. Facciamo chiarezza e spieghiamo cosa è necessario sapere prima di vivere un’esperienza che può essere molto piacevole sul momento, ma che può rivelare brutte sorprese nel lungo tempo.

Prima di tutto, ecco i nomi “tecnici” con cui si indicano le tipologie di sesso orale che i partner si possono scambiare durante un rapporto. La fellatio è la stimolazione del pene maschile, mentre il corrispettivo femminile è il cunnilingus. Baci e carezze sui capezzoli, zona altamente erogena sia per le donne che per gli uomini, si chiamano nippling, mentre il rimming è il sesso oro-anale.

Ognuno di queste pratiche può comportare la trasmissione di una malattia venerea. Partiamo da una delle più gravi, l’HIV: il Ministero della Sanità della Gran Bretagna ha affermato che, anche se non succede di frequente, con il sesso orale si può trasmettere il virus dell’immunodeficienza umana. Ferite o ulcere presenti nella bocca, tra l’altro, possono facilitare il contagio e, anche in caso di uso di barriere protettive, come preservativo o diga dentale, non esiste protezione al 100%.

Una delle più comuni malattie sessualmente trasmissibili con il sesso orale è l’herpes simplex ed è in bruttissima compagnia. Gonorrea, sifilide, che in rarissimi casi causa lesioni anche sui capezzoli, la clamidia, malattia molto infida con sintomi silenti, ed epatite A, B e C. Una piccola parentesi sul Papilloma Virus: l’HPV può infettare alcune parti della gola e degenerare in lesioni cancerose. Per preservare maggiormente la salute di uomini e donne è stato garantito nel piano sanitario nazionale il nuovo vaccino contro questo pericoloso virus. Per ora solo per le neonate.

Infine, ecco come praticare sesso orale nella maniera più sicura possibile. Come detto, anche se non costituiscono protezione totale, usare profilattico e Dental Dam riduce la possibilità di contrarre una delle MTS. Inoltre, regola fondamentale, è bene conoscere il proprio partner: i rapporti occasionali multipli con persone sconosciute, soprattutto se non protetti, aumentano esponenzialmente il rischio di ammalarsi. Una buona conoscenza e valutazione della propria salute sessuale è una base molto importante su cui costruire l’intimità dei rapporti. Fare sesso – sia orale che non – consapevoli e in sicurezza renderà i momenti hot ancora più piacevoli, perché liberi da paure e inutili imprudenze che possono, davvero, rivelarsi dannose per entrambi i partner.

I rischi legati alla pratica del sesso orale: facciamo chiarezza
I rischi legati alla pratica del sesso orale: facciamo chiarezza