Dirty talk, parlare a letto fa bene alla passione

Utilizzare un linguaggio spinto tra le lenzuola può essere molto stimolante. Ecco come praticare il dirty talk, per far esplodere la passione

Le parole possono essere molto sexy, soprattutto se dette in un certo modo. Il “dirty talk”, ovvero il “parlare sporco” a letto, è considerato da chi lo pratica un gioco erotico molto stimolante, che fa bene alla passione tra le lenzuola. Una frase spinta nel momento clou porta l’eccitazione alle stelle, ma spesso c’è uno scoglio da superare: quello dell’imbarazzo.

Laddove il dirty talking è una pratica eccitante per le donne più disinibite, potrebbe rischiare di inibire la fantasia piuttosto che scatenarla, se ci si lascia frenare da un certo pudore o dalla timidezza. In realtà, sebbene il più delle volte si associ il linguaggio spinto a volgarità e parolacce, non è detto che si debba esagerare.

Andate per gradi, così da prendere confidenza con un modo di parlare magari mai sperimentato prima. Potreste iniziare con gemiti e sospiri, sussurrando il nome del vostro partner al suo orecchio. Basta anche un “Sì, mi piace!” o un “Mi fai impazzire, non fermarti” per far diventare l’atmosfera ancora più rovente.
Sentitevi libere di essere chi volete, a letto, diventando delle seduttrici smaliziate o creandovi un alter ego che vi porti a sperimentare frasi “hot” che non usereste mai fuori dalle lenzuola. Parlate con voce bassa e profonda: gli uomini lo trovano particolarmente sexy e la situazione diventerà sempre più travolgente.

Anche dare istruzioni può essere molto eccitante per entrambi. Guidate il vostro partner, indicandogli dove deve baciarvi o toccarvi, come muoversi e quando fermarsi. Chiedete anche a lui cosa gli piace, quale posizione lo eccita e cosa vorrebbe farvi, lasciandovi guidare dalle sue parole. Se vi sentite pronte ad osare e a spingervi oltre, provate con qualche parolaccia: potrebbe essere molto più liberatorio di quanto pensiate. Un’idea per arricchire il vostro dirty talking è quella di lasciarsi ispirare da un film hard che magari avete visto di recente, insieme o da sole.

Qualora scopriste che al partner non piace questo genere di linguaggio spinto o se lo vedeste scoppiare in una fragorosa risata, optate per i complimenti, dicendogli quali parti del suo corpo vi fanno impazzire o quanto vi eccita il suo odore. Un dirty talking magari meno spinto e più “soft”, ma dal successo assicurato.

Dirty talk, parlare a letto fa bene alla passione