Perché rinunciare a una vita sociale dinamica?

Amare la buona tavola significa apprezzare anche l’aspetto conviviale del cibo. Non c’è niente di meglio di un pranzo con gli amici più cari o di una cena a casa dei figli. A pensarci bene anche la pausa pranzo in ufficio non è altro che un’occasione per staccare dal resto e condividere con i colleghi un’ora di sano relax davanti a un panino, al vassoio della mensa oppure a un piatto di pasta nella trattoria dietro l’angolo.

Ma questi momenti possono, talvolta, suscitare imbarazzo nei portatori di protesi dentali, soprattutto in quelli che vivono la maggior parte della giornata fuori casa e non intendono assolutamente rinunciare alle vita in compagnia. Come Liana, la ex portalettere bolognese che da quando fa uso di una crema adesiva efficace e ipoallergenica ha imparato a superare il disagio di quei momenti… semplicemente eliminandolo. “A me piace avere la casa piena di gente”* dice Liana, “adoro la confusione, avere gente intorno mi mette allegria. Prima, però, parlare con le persone qualche volta mi imbarazzava perché avevo sempre paura che la saliva fuoriuscisse dalla bocca o che la protesi scendesse un po’.” La crema invece assicura stabilità e aiuta a chiudere le fessure fra dentiera e gengive: una protesi a prova di frutta secca!

 

La questione delle infiltrazioni, poi, è una cosa decisamente fastidiosa. “Se sei a cena fuori devi sempre assicurarti di avere un bagno a disposizione dove togliere la protesi e pulirla con lo spazzolino… sperando che nessuno entri proprio in quel momento!”
Grazie a un adesivo specifico quella sensazione di inadeguatezza diventa solo un ricordo e puoi riconquistare la libertà di parlare, mangiare e sorridere senza inibizioni. “La metto una volta al giorno e vivo la mia giornata molto più sicura e serena. Se vado a mangiare fuori non ho l’incubo di dovermi chiudere nel bagno del locale rischiando che qualcuno mi sorprenda con la protesi nel lavandino!”

 

 

 

Anche l’assenza di aromi nella pasta adesiva contribuisce poi a farti vivere con maggiore distensione i rapporti interpersonali e il tuo interlocutore non percepisce odori “strani”. Un prodotto di qualità, quindi, è un prodotto che ti fa dimenticare di indossare la protesi e che non vincola la tua vita sociale: obiettivo raggiunto.

* Questa e le altre dichiarazioni di Liana fanno parte dei risultati di una ricerca commissionata da GSK.

 

 

 Informazione pubblicitaria

Perché rinunciare a una vita sociale dinamica?