In base alla personalità è possibile definire se si avrà una relazione soddisfacente

La personalità può rivelare molto sul futuro, sul successo, sulle soddisfazioni personali e sull'amore; ecco cosa è possibile dedurre dal proprio carattere

La personalità è ciò che differenzia tutti gli individui. Attraverso i modi caratteristici di affrontare il mondo, ogni persona vanta un’identità differente. Gli antichi Greci credevano che l’equilibrio dei fluidi corporei determinava il carattere di base di una persona. Ma esistono anche ulteriori teorie legate alla personalità, basate sulla data di nascita, forma del cranio e la struttura del corpo. Tuttavia, queste idee non sono comunque state confermate. Un’ulteriore teoria che emerse nel 1980 stabiliva che la personalità umana è composta da cinque fattori fondamentali, ognuno dei quali trova continuità tra gli opposti. Il mix di queste cinque qualità in un individuo predice il comportamento tipico di una persona in situazioni differenti nel tempo. I cinque aspetti principali sono l’ansia in correlazione alla stabilità emotiva e la fiducia; essere sempre coscienti e responsabili rispetto alla pigrizia; cordialità ed empatia contro l’ostilità e l’insolenza; essere aperti e creativi contro l’intolleranza e la rigidità. Infine, l’estroversione contro la timidezza e l’introversione. Precisamente, tutti questi fattori si manifestano in base ad una caratteristica genetica. Generalmente tendono a cristallizzarsi nella prima fase dell’età adulta, dopodiché rimangono stabili da quel momento in poi.

La personalità non è l’unico fattore a plasmare il destino di un individuo. Alcune circostanze o situazioni in ambito storico-culturale possono incidere allo stesso modo. Eppure, l’influenza della personalità è evidente in molti ambiti durante il corso della vita. Ad esempio la scelta della carriera, lo stato di salute e lo stile di vita. Anche la vita romantica è un fattore fortemente correlato. In particolare, la nevrosi è l’aspetto della personalità maggiormente predittivo del destino romantico di una persona. La nevrosi di uno dei coniugi, infatti, è in grado di prevedere l’insoddisfazione del matrimonio e il divorzio. Il nervosismo sembra quindi interferire all’interno di una relazione felice e nella soddisfazione del rapporto in vari modi. Gli individui nevrotici tendono ad essere altamente reattivi allo stress e piuttosto inclini a sperimentare le emozioni negative. Queste tendenze rendono il partner suscettibile e possono creare dei problemi nel corso del tempo. Si ritiene che la personalità nevrotica possa anche interferire nella sfera sessuale.

E’ stato scoperto, infatti, che la nevrosi di un partner (o entrambi) ha predetto livelli più bassi di soddisfazione nelle relazioni e nel sesso. I ricercatori hanno inoltre riscontrato che i soggetti nevrotici tendevano a danneggiare la qualità coniugale, interferendo con la vita sessuale della coppia. Gli esperti spiegano che le persone nevrotiche inibiscono la soddisfazione sessuale, poiché sono maggiormente vulnerabili alle emozioni negative e alle aspettative. Di conseguenza, l’eccitazione e l’appagamento sessuale tendono a crollare. Allo stesso tempo, gli studiosi affermano che la nevrosi fa parte della natura dell’uomo, il quale è maggiormente vulnerabile a tanti aspetti della vita. I nevrotici non sono in grado di gestire questo richiamo e quindi sono maggiormente spinti ad evitare o svalutare il sesso. La personalità coscienziosa e responsabile invece prevede un rapporto soddisfacente, poiché questi aspetti indicano una bassa impulsività ed un’alta fiducia interpersonale. Una personalità poco responsabile ed una scarsa coscienziosità possono, a lungo andare, danneggiare il rapporto.

Non solo, i ricercatori affermano che l’assenza di questi tratti potrebbe anche indicare infedeltà. Dopo un’analisi effettuata su alcuni casi, è emerso che gli individui con una bassa coscienziosità erano più inclini ad avere rapporti sessuali non protetti con estranei. La personalità aperta alle nuove esperienze invece gioca un ruolo piuttosto secondario nel contesto romantico. Si ritiene che una mente aperta e creativa non sia del tutto irrilevante. Dai risultati degli studi è emerso che la personalità della donna ha predetto la frequenza dei rapporti sessuali nel matrimonio. In particolare, le coppie in cui la donna si è dimostrata maggiormente cosciente ed aperta di mente hanno avuto una vita sessuale più intensa rispetto ad altre. La personalità del marito invece non ha avuto alcun effetto sulla frequenza dei rapporti sessuali. Al contrario, i mariti maggiormente aperti a nuove esperienze, sposati con donne nevrotiche, hanno avuto una vita sessuale meno soddisfacente. La personalità estroversa è in grado di predire fortemente gli avvenimenti in amore e quelli legati al sesso. Tuttavia, un’elevata estroversione sembra essere una spada a doppio taglio in questo contesto, poiché gli estroversi tendono ad essere più felici e sono molto abili a gestire le relazioni. D’altra parte possono danneggiare il rapporto, poiché sono più inclini all’avventura. In altre parole, i tratti fondamentali della personalità non sono altro che una forte influenza genetica e non sono affatto facili da cambiare. Tutte queste qualità possono portare a delle conseguenze positive e negative all’interno di una relazione.

In base alla personalità è possibile definire se si avrà una relazi...