Contraccettivo maschile, arriva la pillola per l’uomo. Come funziona

Un gruppo di ricercatori ha elaborato un contraccettivo ormonale maschile. È efficace al 96% ma presenta degli effetti collaterali

La contraccezione ormonale presto non riguarderà solo le donne. Anche gli uomini potranno contribuire al controllo delle nascite con una pillola. A riferirlo è la rivista scientifica Endocrine Society Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism che ha pubblicato la  ricerca coordinata da Mario Philip Reyes Festin dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha dichiarato:

Lo studio ha trovato che è possibile avere un contraccettivo ormonale per gli uomini che riduce il rischio di gravidanze non pianificate per i partner uomini che lo usano. I nostri risultati hanno confermato l’efficacia di questo metodo contraccettivo precedentemente visto in studi di minore entità.

La pillola per uomini funziona come quella femminile, ossia è una combinazione di testosterone e progestinico che abbassa il numero di spermatozoi per ogni millilitro di liquido seminale al di sotto di 1 milione, quindi del 90% rispetto alla normalità.

I ricercatori hanno testato l’efficacia del contraccettivo maschile sperimentandolo su 320 gli uomini provenienti da 7 Paesi del mondo, Italia compresa. Il risultato dell’esperimento ha dimostrato che è efficace nel 96% dei casi e quando interrotta la somministrazione il numero degli spermatozoi torna normale.

Però, gli studiosi sono preoccupati per gli effetti collaterali che può provocare: disturbi dell’umore (5%) e depressione (3%). Al momento stanno lavorando per eliminarli.

Contraccettivo maschile, arriva la pillola per l’uomo. Come ...