Autostima: come migliorarla e perché è importante

L'autostima è fondamentale per ogni donna (e non solo) ecco come migliorarla e rafforzarla

Autostima

Fonte: istock

L’autostima è un valore molto importante per ognuno di noi. Il bisogno di sentirti riconosciuta è un sentimento naturale e innato che tutti noi abbiamo, a livelli diversi e con diverse intensità, e che affonda le sue radici nell’infanzia, nella relazione madre-figlio. Si tratta quindi di una caratteristica che ti contraddistingue come individuo e che entra in campo ogni volta che ti poniamo in relazione con gli altri. Nel relazionarci, infatti, ricerchiamo stima e riconoscimento come soggetti meritevoli di amore, per sentirci persone di valore.

Prova a pensarci: quante volte ti è capitato di essere andata a comprare un regalo per la tua amica quando tutte le altre si erano dileguate? Di aver preparato una cena da MasterChef con tanto di candele profumate e musica per i tuoi amici? Esserti preparata per un’ora intera prima di uscire scegliendo il vestito, il trucco e l’acconciatura perfetta oppure, semplicemente indossando, orgogliosa, un abito nuovo? E di aver perso 3 kg dopo una dieta estenuante di una settimana? E poi sei lì, consapevole di tutti i tuoi sforzi, in attesa che qualcuno notandoli ti dica qualcosa, che si accorga di te e di quello che fai: che ti faccia sentire di valore! Ma in attesa di quel complimento, o apprezzamento, eccoti demoralizzata, svilita, convinta di non aver valore. Come se non esistessi e fossi completamente invisibile agli occhi degli altri, o peggio: addirittura scontata e inadeguata.

Quante volte ti è capitato di aver lavorato duramente su un’attività, qualsiasi essa fosse, in casa come in ufficio, terminando nei tempi e modi richiesti, mettendoci estremo impegno? Aspetti un apprezzamento, dal tuo capo, dal collega, dal tuo compagno, invece nessuno proferisce una sola parola, continuando nelle proprie mansioni quotidiane come se quello che hai fatto fosse il minimo previsto, una cosa che chiunque poteva fare. Ma tu sei ancora lì, in attesa di una gratificazione, di un apprezzamento che ti dia la sensazione di aver svolto qualcosa d’importante o utile. Ed ecco che nuovamente ti potresti sentire avvilita, svalutata, non riconosciuta e non indispensabile.

William James, psicologo e filosofo statunitense, diceva: “Il più profondo principio della natura umana è il disperato bisogno di essere apprezzati”. Per questo è importante che tu tenga presente che si tratta di un bisogno ricercato da ognuno di noi ma che deve diventare un motivo di auto-riflessione quando la sua assenza mette in discussione la tua autostima, il tuo umore o fa vacillare l’opinione nelle tue capacità.

L’autostima: perché è importante

Sia nella sfera privata che nel campo lavorativo è importante è avere autostima, ossia la personale consapevolezza di quello che siamo e del nostro valore. Se quello che fai è svolto correttamente, con attenzione, competenza e passione, non puoi che essere soddisfatta di te stessa. Se poi ti verrà rivolto un complimento, potrà solo confermare ciò che già in cuor tuo sapevi, sarai grata di quel riconoscimento, ma la sua assenza non cambierà nulla nella valutazione di te o del tuo operato.
Eleonor Roosvelt, la famosa first lady statunitense, aveva un modo molto efficace a questo proposito: “Nessuno può farti sentire inferiore senza il tuo consenso”.

Come migliorare l’autostima

  • RIFLETTI – Prenditi del tempo per capire e valutare come ti senti a proposito di questa problematica.
  • PONITI DELLE DOMANDE – Prova a chiederti: “Cosa sto cercando veramente? A cosa servono quegli apprezzamenti che tanto desidero? Per chi sto facendo tutte le cose che faccio? Perché ho bisogno di quel riconoscimento?
  • PRENDITI CURA DI TE STESSA – Impara a essere più amorevole e comprensiva con te stessa: ritagliati del tempo durante il quale gratificarti e sentirti importante, le occasioni sono tante, da una mostra allo shopping, da un bicchiere di vino a un bagno caldo, un film al cinema…
  • FAI DELLE VALUTAZIONI – Riprendi possesso della tua esistenza e della consapevolezza di ciò che sei e sai fare, e, perché no, ogni tanto prova a dirti anche “BRAVA”.
Autostima: come migliorarla e perché è importante