Attacchi di ansia: 6 modi per combatterli all’istante

Non fatevi travolgere dal panico, bastano pochi accorgimenti per vivere meglio. E ricordatevi di automotivarvi e accettatevi

Circa 10 milioni di italiani soffrono di attacchi di panico. L’ansia è uno dei disturbi più diffusi del nostro tempo e spesso si manifesta con attacchi violenti e improvvisi di paura. I momenti di crisi, apparentemente causati da alcunché, durano normalmente 30 minuti, ma nei casi gravi possono permanere fino a 6 mesi.

Gli episodi di ansia si manifestano con tachicardia, vertigini, extrasistole, sudorazione improvvisa, tremore, sensazione di soffocamento o asfissia, dolore o sensazione di peso al petto, nausea, paura di morire o di impazzire, brividi o vampate di calore. Il nostro organismo impiega circa tre minuti per reagire producendo adrenalina. Quindi è importante agire in questo lasso di tempo per attutire gli attacchi e ridurre gli effetti collaterali. La regola numero uno è quella di cercare di restare calmi acquisendo la consapevolezza che l’episodio di panico finirà. Dove ripetervi che andrà tutto bene.

Il sito Womensophy suggerisce 6 semplici modi per ridurre l’ansia. Imparare a gestirla, fa la differenza: guardate il video.

1 – Ripetetevi che tutto va bene: non colpevolizzatevi se avete attacchi di panico. Imparate a respirare correttamente, vi aiuterà a ritrovare la calma. L’iperventilazione è spesso causata dall’ansia.

2 – Dite stop prima che i pensieri negativi vi invadano.

3 – Automotivatevi: non importa se non avete passata un esame o non avete ottenuto il lavoro che volevate. Pensate che va tutto bene e che domani potrete riprovarci. Se questo non basta, ripetetevi che siete sopravvissuti a situazioni peggiori. Ricordatevi che sostituire la negatività con affermazioni positive è il primo modo per evitare gli attacchi di panico.

4 – Accettatevi: accettate il fatto che soffrite di attacchi d’ansia, ma date loro il giusto peso. Così facendo il panico si manifesterà di meno.

5 – Fate attività fisica: non c’è bisogno di iscriversi in palestra. Basta fare le scale, tenere la mente impegnata, allontanate i vostri pensieri dall’ansia. Muoversi vi riporterà al qui e ora, al tempo presente che è l’unico in grado di allontanarvi dal panico.

6 – Tenete un diario delle emozioni: quando l’attacco di panico è terminato, provate a descrivere cosa è successo: cosa lo ha scatenato, quali sentimenti avete provato, come vi sentivate fisicamente e psicologicamente e come l’avete superato.

Attacchi di ansia: 6 modi per combatterli all’istante