Tumori, il 40% è prevenibile: le 9 regole degli oncologi

Ridurre il rischio di contrarre il cancro è possibile. Gli specialisti hanno stilato una guida per uno stile di vita efficace contro diversi tipi di neoplasie

La lotta contro il cancro comincia con la prevenzione. Non solo sottoponendoci a controlli periodici, specialmente con l’avanzare dell’età, ma anche adottando uno stile di vita sano. Secondo l’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom) il 40% dei tumori è potenzialmente prevenibile. I medici hanno individuato 9 regole che diminuiscono il rischio di ammalarsi.

1 – No al fumo: il 25-30% di tutti i tumori è legato al consumo di tabacco. Ogni anno nel mondo tre milioni di persone muoiono per questa causa.

2 – Moderare il consumo di alcol: il consumo di bevande alcoliche aumenta il rischio di tumori al cavo orale, faringe, esofago e laringe. Inoltre, è correlato all’insorgenza del cancro al fegato, all’intestino e al seno nelle donne.

3 – Seguire la dieta mediterranea: è stato dimostrato che consumare abitualmente nella dieta frutta e verdura aumenta l’effetto protettivo su numerose forme di tumore. L’azione positiva è dovuto all’alto consumo di fibre che favorisce l’attività intestinale permettendo al corpo di espellere più facilmente sostanze potenzialmente cancerogene e alla presenza di agenti antitumorali, come le proprietà antiossidanti delle vitamine.

4 – Controllare il peso: l’obesità e l’elevato consumo di grassi sono grandi fattori di rischio.

5 – Praticare sport: fare attività fisica riduce le possibilità di ammalarsi di cancro. I sedentari hanno una probabilità maggiore del 20-40% di essere colpiti da un tumore.

6 – No a lampade solari e attenzione ai nei: le lampade solari sono pericolose tanto quanto le sigarette. Un’esposizione precoce aumenta i rischi di melanoma del 75%. Inoltre, chi ha molti nei deve tenerli sotto controllo, perché sono indice di una maggiore predisposizione alle neoplasie della pelle.

7 – Proteggersi dalle malattie sessualmente trasmissibili: il 20% dei tumori deriva da infezioni prevenibili. Alcune, come epatite o Hpv, possono essere trasmesse attraverso rapporti sessuali. Per proteggersi bisogna usare i preservativi.

8 – Evitare l’uso di sostanze dopanti: gli steroidi anabolizzanti aumentano il rischio di contrarre il cancro.

9 – Prevenzione e screening: nel nostro Paese il servizio sanitario fornisce controlli gratuiti di prevenzione oncologica. Nel dettaglio: tumore del seno (mammografia ogni 2 anni per le donne tra 50 e 69 anni); cancro del collo dell’utero (Pap-test ogni 3 anni per le donne tra 25 e 64 anni); tumore del colon-retto (per uomini e donne ricerca del sangue occulto nelle feci ogni 24 mesi tra 50 e 69 anni).

Tumori, il 40% è prevenibile: le 9 regole degli oncologi