Scoperta proteina che si oppone al tumore al seno

È la p140Cap ed il suo ruolo è stato studiato da un team di ricercatori italiani.

Si chiama p140Cap ed è una proteina che ha la capacità di limitare la crescita del tumore al seno e di diminuirne la propensione a originare metastasi.

La scoperta è stata effettuata dal dipartimento di Biotecnologie molecolari e scienze della salute dell’Università di Torino, pubblicata sulla rivista medica Nature.

Si tratta, quindi, di un’importante notizia sul fronte della lotta al tumore mammario che, in Italia, colpisce una donna su sette.

Lo studio, coordinato dalla professoressa Paola Defilippi, parte dalla premessa che uno dei sottotipi del tumore al seno (che riguarda il 20% dei casi) è caratterizzato da un’eccessiva quantità della proteina ERBB2, per via dell’aumento del numero di copie del gene che la codifica sul cromosoma 17.

L’ERBB2, nel dettaglio, è direttamente responsabile dell’aumento della proliferazione cellulare in maniera incontrollata, determinando l’insorgere del tumore.

ERBB2, inoltre, contribuisce alla sopravvivenza delle cellule tumorali e favorisce la capacità di esse di uscire dal tumore primario, creando metastasi in altri organi. Da qui la definizione di oncogene.

La scoperta italiana, frutto di quattro anni di ricerca, ha, quindi, messo in luce un meccanismo che protegge dagli effetti dannosi dell’ERBB2, grazie all’apporto della proteina p140Cap, rinvenuta in alcune pazienti.

Risultati che rappresentano la base per definire nuove terapie per le pazienti dove non agisce la proteina p140Cap.

Scoperta proteina che si oppone al tumore al seno
Scoperta proteina che si oppone al tumore al seno