Problemi di sesso, possono dipendere dal gruppo sanguigno. Chi è più a rischio

Una ricerca scientifica ha dimostrato che la disfunzione erettile può essere causata anche dal gruppo sanguigno di appartenzenza

La disfunzione erettile negli uomini può dipendere anche dal gruppo sanguigno. Questo è quanto scoperto da uno studio condotto dalla Ordu University, in Turchia, pubblicato sulla rivista Archivio italiano di urologia e andrologia. I più fortunati, ossia quelli che con molta probabilità avranno meno problemi sessuali, sono quelli che appartengono al gruppo 0, mentre sono più a rischio chi ha gruppo sanguigno A, B, oppure AB.

I ricercatori hanno preso in considerazione 350 uomini intorno ai 60 anni di età che si sono rivolti alla clinica di urologia in tre anni (aprile 2012-2015). Sono stati divisi in due gruppi in base al fatto di soffrire o meno di disfunzione erettile. È risultato in totale che 111 persone avevano questo problema, mentre 239 non erano affetti da questo disturbo.

A tutti i pazienti è stato prelevato del sangue e i risultati hanno dimostrato che rispetto a chi appartiene al gruppo 0, il rischio di disfunzione erettile era 3.9 volte maggiore per quello A, 3.5 volte maggiore per quello B e 4.7 volte maggiore per quello AB. Solo il 16% di coloro che appartenevano al gruppo sanguigno O risultavano avere avuto problemi di eccitazione, rispetto al 42% di coloro che appartenevano ai gruppi sanguigni A.

I risultati rimangono validi pur considerando altri fattori che possono contribuire al’infertilità.

Problemi di sesso, possono dipendere dal gruppo sanguigno. Chi è più...