Morbillo, superati i 1000 casi da inizio 2017: cosa c’è da sapere

La malattia endemica dilaga in Italia a causa del calo delle vaccinazioni. Numerose le complicanze, esperti preoccupati

In Italia dall’inizio dell’anno sono stati registrati oltre mille casi di morbillo. Nell’intero 2016 sono stati 844. Questo è il dato riportato dall’Istituto superiore di sanità, secondo cui nel 33% dei casi si è avuta almeno una complicanza, nel 41% un ricovero e nel 14% un accesso al Pronto Soccorso. Nel 90% dei casi sono state colpite persone non vaccinate, a conferma delle preoccupazione degli esperti sul calo delle vaccinazioni.

Nello specifico sono stati censiti 1.010 casi fino al 26 marzo. L’età media dei pazienti è di 27 anni. Il 57% degli ammalati sono individui tra i 15 e i 39 anni, mentre il 6% bimbi al di sotto di un anno, ancora troppo piccoli per il vaccino. Le complicanze più frequenti dovute al morbillo sono risultate: diarrea (21,1%) e stomatite (17,3%), mentre si sono avuti anche trombocitopenia, ovvero un calo delle piastrine nel sangue (5%), convulsioni (0,4%) ed encefaliti (0,1%).

Qualche giorno prima della pubblicazione dei dati, il ministero della Salute aveva lanciato l’allarme sull’epidemia di morbillo basandosi sui soli risultati di gennaio che già facevano presagire una recrudescenza della malattia, proprio a causa del calo delle vaccinazioni. Mentre l’ufficio europeo dell’Oms ha dichiarato che nel continente 14 Paesi tra cui l’Italia hanno ancora la malattia endemica, mentre 53 l’hanno debellata.

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha ribadito con un tweet l’importanza di applicare il Piano Vaccini: “L’aumento dei casi di morbillo conferma l’allarme. Fondamentale e urgente l’applicazione del nuovo piano vaccini”. Nonostante il vaccino contro il morbillo sia gratuito e tra i più fortemente raccomandati, nel 2015 solo l’85,3% dei bambini di 24 mesi sono stati vaccinati, ben al di sotto del 95%, soglia necessaria per arrestare la circolazione del virus.

Morbillo, superati i 1000 casi da inizio 2017: cosa c’è da sapere
Morbillo, superati i 1000 casi da inizio 2017: cosa c’è da ...