Mirto: benefici, usi e rimedi naturali

Il Mirto è una pianta dai tanti benefici, scopriamo come curarsi usando l'olio essenziale e quali sono le sue proprietà

mirto

Fonte: iStock Photos

Il Mirto è una pianta ricca di benefici, che insegna ad amare se stessi e il proprio corpo, infondendo compassione e gentilezza. È adatto agli artisti e a chi lavora con concetti quali grazia, bellezza, armonia.

L’olio essenziale ricavato dalle cime del Mirto (Myrtus communis) è ottimo contro le infezioni
in generale e nei disturbi delle vie respiratorie, ma può essere utilizzato anche per intervenire su alcuni problemi cutanei (acne, foruncoli, pelle untuosa, pori dilatati) e per stimolare la sessualità.

Nelle antiche culture questa pianta arbustiva tipica della macchia mediterranea era sacra alla dea Venere e come tale simboleggiava l’amore, la creatività artistica e la poesia. Il suo delicato profumo induce sentimenti di bellezza universale e di equilibrio nei rapporti con gli altri.

I benefici del Mirto

L’essenza di Mirto si rivolge anche a coloro che hanno difficoltà a valorizzare il proprio fascino, sia interiore che esteriore, e ai soggetti gravati da complessi d’inferiorità; può essere utile alle persone che vivono sempre in tensione, che reagiscono in maniera aggressiva o attraverso forme depressive.

Curarsi con il Mirto

In caso di influenza, faringite, tracheite, mal di gola, raffreddore, tosse, sinusite, asma, si può ricorrere a uno o più dei metodi seguenti.

  • Inalazione secca: 3-4 gocce su un fazzoletto di carta, da ripetere varie volte durante la giornata.
  • Suffumigi e diffusione ambientale: 7-8 gocce in acqua molto calda. Stillare qualche goccia direttamente sul cuscino per favorire la respirazione durante la notte.
  • Massaggi sulla zona dei bronchi, sul petto e sulla schiena: 15-18 gocce di olio essenziale di Mirto in 50 ml di vettore (si consiglia olio di cumino nero o olio di mandorle dolci).

Rimedi naturali di bellezza con il Mirto

  • Lozione antibatterica per pelli impure – Emulsionate 10-12 gocce di essenza in 2-3 dita di
    alcol da liquori (oppure di aceto di mele), aggiungete mezzo bicchiere di acqua minerale naturale (per pelli delicate aumentate la quantità di acqua) e imbottigliate in un flacone di vetro scuro. Versate la lozione su un dischetto di ovatta e passatela sul viso e sulle altre zone colpite da eruzioni, avendo cura di non applicarla vicino agli occhi né sulle mucose.
  • Detergente intimo – In un detergente neutro non troppo schiumogeno, privo di profumazioni, stillate 10-15 gocce di olio essenziale ogni 50 ml di vettore. Si può utilizzare anche come bagnoschiuma e shampoo.
  • Contro la tristezza e il malumore – Ricorrete contemporaneamente all’inalazione secca e alla diffusione ambientale, come spiegato in precedenza.
Mirto: benefici, usi e rimedi naturali