Kinesiologia

La specialità è nata negli Stati Uniti nel 1964 grazie allo studioso americano George Goodheart, che si occupava principalmente di disturbi osteo-artro-muscolari, del movimento e delle strutture corporee ad esso preposte.
In particolare viene esaminato il movimento corporeo.

Attraverso dei semplici movimenti il kinesiologo è in grado di valutare se esistono dei muscoli, definiti indicatori, che sostanzialmente non sono in grado di opporre resistenza alle prove cui vengono sottoposti (perdono forza, si indeboliscono e cedono). Tale risultato indica che in quel sistema corporeo " qualche cosa non funziona correttamente", cioè il sistema è disturbato, è malato o si sta ammalando.

Nel tentativo di capire ciò che ha determinato lo squilibrio, causa della malattia, vengono esaminati i seguenti apparati: masticatorio, visivo, l’appoggio podalico, la respirazione cranio-sacrale, i blocchi muscolari lungo la colonna vertebra, la presenza di cicatrici chirurgiche disfunzionali, la mobilità sacro-iliaca e degli arti inferiori.

Tutte queste valutazioni sono totalmente non invasive, richiedono solo l’utilizzo di test muscolari e permettono di ottenere dei risultati veramente sorprendenti.

Kinesiologia