Iridologia

L’esame dell’iride consiste nell’osservare attraverso una speciale apparecchiatura ottica i segni strutturali i pigmenti e le colorazioni dell’occhio e della sclera per verificare la salute psicofisica generale.

L’iridologia non diagnostica malattie, ma attraverso l’osservazione dell’alterazione di un tessuto e della pigmentazione o colorazione segnala organi o apparati in carenza energetica-funzionale.
Lo studio dell’iride riguarda la valutazione dell’integrità dei tessuti, che vengono detti collettivamente "costituzione".

L’iridologia è un ottimo strumento di indagine anche preventiva per evitare stati di malattia e l’iridologo consiglierà l’interessato su come migliorare la qualità della vita incrementando il livello della salute, come mantenersi in condizioni di equilibrio bioenergetico, come attivarsi in metodiche igieniche, alimentari e biofisiche naturali, come evitare o rompere con abitudini malsane, come prevenire le malattie rinforzando e accrescendo il corredo immunitario.

Quando questi equilibri si rompono, può instaurarsi uno stato di malattia e lo si può osservare simultaneamente nelle iridi e nel corpo.

La rilevazione della fotografia delle iridi è utile nello studio e nell’osservazione dei cambiamenti delle condizioni dello stato di salute bioenergetica e può essere confrontata con altre fatte in epoche successive, così da osservare se lo stato di salute migliora o peggiora.

Iridologia