Mal di testa, scoperte 44 varianti di DNA che lo provocano

I risultati della ricerca aprono la strada al ritrovamento di terapie mirate in grado di ridurre l'intensità e la frequenza degli attacchi di emicrania

Il mal di testa è una delle patologie più diffuse al mondo. La scienza ha fatto passi da gigante per quel che riguarda cause e terapia. Recentemente è stato fotografato il cervello durante un attacco di emicrania. In ogni caso, ancora non c’è la certezza sulle ragioni per cui l’uomo soffre di mal di testa. Il principale problema è che la zona colpita è talmente delicata da essere difficile studiare perfino il fenomeno. Potrebbe infatti essere legato a contrazioni nervose del cervello che rende il flusso di sangue non sufficiente a ossigenarlo.

Ora un gruppo di ricercatori americani e australiani ha fatto una scoperta fondamentale, individuando il legame tra l’emicrania e 44 varianti di DNA. I test hanno confrontato 8 milioni di varianti di DNA appartenenti a circa 60mila soggetti colpiti da emicrania con un gruppo di controllo (placebo) di 316mila partecipanti a 22 differenti studi sul genoma. Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature Genetics, promette di migliorare il trattamento di questa patologia in ogni sua forma, dalla più lieve alla più grave.

Dale Nyholt, dell’Institute of Health and Biomedical Innovation di Brisbane e autore principale dello studio, ha spiegato:

Le esatte cause dell’emicrania sono sconosciute e non vi sono segni riconoscibili, diagnostici e patologici. Non sappiamo cosa faccia scattare il disturbo, ma studi di gemelli e di gruppi familiari indicano che l’emicrania ha una significativa componente genetica.

La scoperta delle 44 varianti di DNA ha delle prospettive interessanti perché sarà possibile individuare diagnosi specifiche e più mirate. L’obiettivo dei ricercatori è ora di trovare la variante più frequente nei casi di emicrania in confronto con il gruppo di controllo. In questo modo sarà possibile trovare un trattamento più efficace in grado di contrastare i sintomi del mal di testa. Con dei medicinali mirati sarebbe possibile ristabilire l’equilibrio tra gli enzimi e le proteine coinvolte, riducendo l’intensità e la frequenza degli attacchi di emicrania.

 

Mal di testa, scoperte 44 varianti di DNA che lo provocano