Endometriosi: cos’è, quali sono i sintomi, come si cura

Si calcola che l’endometriosi colpisca circa il 10% delle donne europee e che peggiori la qualità della vita interferendo con il sonno, con l’attività lavorativa, con la vita di coppia e la vita sociale. 

Tuttavia la popolazione femminile è tuttora scarsamente informata su questa malattia: la diagnosi di endometriosi arriva mediamente dopo ben 9 anni di malattia, spesso quando la donna colpita cercando una gravidanza si accorge di avere problemi di infertilità e indaga più a fondo sulle cause del problema.

Prima della diagnosi certa infatti i sintomi vengono sottovalutati e non riconosciuti, magari giudicati come normali per una donna. Le cure vengono così ritardate e l’avanzare della malattia ha campo libero per anni.

Ecco perché è necessario informare sull’endometriosi e fare chiarezza sulla malattia e soprattutto sui sintomi, per poter riconoscerne i campanelli d’allarme della malattia.
 
  • Cos’è l’endometriosi?
E’ una malattia cronica e spesso progressiva, dove alcune cellule dell’endometrio (la mucosa uterina) si diffondono al di fuori dell’utero. Ogni mese, sotto l’influenza degli ormoni del ciclo mestruale, anche questo tessuto impiantato nelle’ovaio, nelle tube, nel peritoneo, nella vagina o altrove dà luogo a sanguinamento, infiammando i tessuti circostanti.
 
  • I sintomi
Il sanguinamento extra-uterino provoca dolori fortissimi, che incidono pesantemente sulla qualità di vita della donna invalidandone le normali attività quotidiane. Il dolore spesso viene erroneamente attribuito alla mestruazione, in quanto compare prima o dopo di essa. Altri sintomi sono dolore durante i rapporti, dolore al bacino, ai fianchi o al retto. L’endometriosi può anche essere asintomatica ed essere scoperta quando la donna non riesce a rimanere incinta e scopre di essere affetta da infertilit, un altro sintomo importante dell’endometriosi.
 
  • Diagnosi
L’endometriosi può essere diagnosticata con un’approfondita visita ginecologica, un’ecografia, una risonanza magnetica o, per una diagnosi certa, una laparoscopia.
 
  • Le cure
Non esiste una cura definitiva per l’endometriosi, ma si può intervenire per combattere il dolore e l’infertilità, i due principali sintomi. Le terapie vanno dai farmaci all’intervento chirurgico, a seconda della maggiore o minore diffusione del tessuto extra-vaginale e delle esigenze delle donne colpite dalla malattia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Endometriosi: cos’è, quali sono i sintomi, come si cura