Cos’è la paralisi di Bell che ha colpito Angelina Jolie

Angelina Jolie ha rivelato di essere stata colpita dalla paralisi di Bell durante un momento di forte stress: ecco cos'è questo disturbo

Angelina Jolie è una donna forte e coraggiosa, capace di condividere con il pubblico i suoi successi e le sue debolezze: la bellissima attrice ha confessato che durante l’estate del 2016 è stata vittima dalla paralisi di Bell: ma che cos’è questo disturbo? È un particolare tipo di paralisi del nervo facciale: improvvisamente la persona colpita non è più in grado di muovere un lato del viso. La star statunitense però è riuscita a raggiungere la piena guarigione, affidandosi all’agopuntura.

Paralisi di Bell: cos’è e come si manifesta

La paralisi di Bell, definita anche paresi a frigore, è una paralisi del nervo facciale che si manifesta solamente su un lato del viso: di solito questa patologia è temporanea e solo in alcuni casi ha caratteristiche croniche. Il paziente, come è successo ad Angelina Jolie, non ha più il controllo dei muscoli facciali e il periodo più acuto si presenta nelle prima 48 ore dalla comparsa del problema. Questo disturbo modifica l’aspetto del viso, anche a riposo, ma si nota ancora di più quando si parla: inoltre, soprattutto nella fase iniziale, diventa particolarmente difficile mangiare e bere. Nei casi reversibili, gran parte dei pazienti riesce a recuperare del tutto la mobilità facciale in massimo 6 mesi: nel frattempo è molto importante fare attenzione all’occhio nella parte paralizzata del viso che va tenuto bagnato con lacrime artificiali oppure tenuto completamente chiuso e a riposo.

La paralisi di Bell evolve molto rapidamente e la fase più avuta si ha nelle prime 48 ore: la gravità è variabile e può consistere in un leggero intorpidimento dei muscoli o in un blocco totale. Ma come si manifesta? Si inizia con un abbassamento della palpebra e dell’angolo della bocca: per la persona diventa difficile avere espressioni facciali, mangiare, bere, sorridere o chiudere l’occhio in una parte del viso. Altri sintomi che accompagnano la paralisi di Bell sono vertigini, mal di testa, stordimento, dolore dietro all’orecchio, lacrimazione eccessiva, alterazione del senso del gusto e in certi casi anche un’eccessiva salivazione. I responsabili di questo disturbo sono spesso i virus dell’herpes simplex, dell’herpes zoster e quello della mononucleosi, ma la paralisi può anche insorgere dopo un trauma.

 

 

Cos’è la paralisi di Bell che ha colpito Angelina Jolie