Corsa: qual è la frequenza cardiaca ideale del runner?

Se avete iniziato a correre è probabile che vi siate chiesti se esiste una frequenza cardiaca ideale per correre. Ecco quel che c’è da sapere.

Qual è la frequenza cardiaca ideale del runner? Difficile rispondere a questa domanda, in realtà una frequenza cardiaca ideale non c’è, ma si può dire in linea generale che più il battito è basso sotto sforzo e meno fatica farete a correre. L’obiettivo quindi è partire dalla propria frequenza cardiaca e cercare di abbassarla per correre più agevolmente.

La frequenza cardiaca durante la corsa
Il cuore risponde al movimento aumentando i battiti. Più la frequenza cardiaca aumenta e più si sente l’affanno mentre si corre. Ognuno parte da una certa frequenza cardiaca a riposo e sotto sforzo, facilmente identificabile facendo la visita medica sportiva necessaria per iniziare a correre. La fatica che si avverte correndo a una certa frequenza cardiaca è soggettiva anche perché dipende da un’altra variabile, ovvero a quale frequenza cardiaca il tuo corpo inizia a produrre acido lattico. Questa rilevazione la si può avere con l’aiuto di un personal trainer o un running coach che ha gli strumenti necessari per fare il test del lattato. La buona notizia è che allenandosi con regolarità la frequenza cardiaca sotto sforzo si abbassa.

Come abbassare la frequenza cardiaca?
Per cercare di abbassare il numero di battiti durante la corsa, sono molto efficaci lavori specifici come gli allunghi e le ripetute, in questo modo infatti si spinge il cuore ad abituarsi a ritmi più elevati. Questo tipo di allenamento va comunque fatto senza esagerare e con gradualità. Anche facendo delle camminate veloci prolungate o delle corse lunghe e lente, vi accorgerete di come lentamente, uscita dopo uscita, il cuore si adegua abbassando il numero di battiti in movimento. Tenetelo in considerazione per non costringere il vostro cuore ad allenamenti sempre molto intensi. Un altro metodo efficace per allenare la frequenza cardiaca è praticare altri sport oltre la corsa, in particolare il ciclismo, il nuoto e il crossfit sono estremamente utili.

Corsa: qual è la frequenza cardiaca ideale del runner?