5 consigli per correre anche durante il ciclo mestruale

Correre durante il ciclo non presenta controindicazioni, anzi ha anche dei benefici l’importante è ascoltare il proprio corpo e non esagerare.

Siete fra le runner che “in quei giorni” corrono oppure no? Qualunque sia la vostra risposta, vi farà piacere sapere che correre durante il ciclo mestruale non presenta controindicazioni, se poi preferite non farlo è una vostra scelta e fate benissimo a non forzarvi. Ecco 5 consigli per affrontare al meglio la corsa nei giorni del mestruo.

Assecondate il vostro corpo
La corsa stimolando la produzione di endorfine permette di attenuare i dolori e i crampi tipici del periodo mestruale. Questo però non vi deve spingere ad esagerare, resta un periodo delicato per il vostro corpo. Ascoltatevi, se vedete che fate fatica, riducete l’intensità dell’allenamento. Se il ciclo è particolarmente doloso o correre vi sembra un’impresa titanica, non esitare a rinunciare e non sentitevi in colpa per l’allenamento mancato.

Integrate vitamine e sali minerali
Con il sangue che si perde con le mestruazioni, si perdono anche vitamine e sali minerali. Potrebbe dunque essere utile assumere degli integratori, in particolare di ferro, e avere un’alimentazione ricca di frutta e verdura.

Programmate l’allenamento in base alla fase del ciclo
Una buona idea per affrontare con serenità il ciclo è seguire una tabella di allenamento mensile che tenga conto della fase del ciclo in cui ci si trova. Generalmente i giorni subito dopo il mestruo sono quelli in cui ci si sente più energiche per cui si possono prevedere allenamenti più intensi, i giorni invece del premestruo sono quelli in cui il corpo tende a essere più gonfio e a stancarsi più facilmente per cui si può pensare di ridurre gradualmente l’intensità degli allenamenti. La settimana del mestruo invece può essere una buona strategia eliminare una delle sedute settimanali, alleggerire l’allenamento e aumentare il recupero.

Abbigliamento che vi faccia sentire sicure
Adottate un abbigliamento che vi faccia sentire sicure, comode e protette. Scegliete un tampone interno o un assorbente esterno in base alle vostre preferenze. L’importante è che vi sentiate quanto più possibile a vostro agio e che non vi irriti per via dello sfregamento generato dal movimento e che non si sposti rischiando di farvi macchiare.

Bando ai tabù psicologici
Spesso il fattore psicologico è quello che blocca maggiormente. Un aspetto fondamentale è non restare legate ai tabù che vedono la donna durante il ciclo in una fase in cui non è in grado di fare ciò che desidera come crede. In quei giorni non si è malate o impossibilitate a fare tutto ciò che si fa negli altri giorni. Sentitevi in armonia con il vostro corpo in qualunque giorno del mese.

5 consigli per correre anche durante il ciclo mestruale