Appassionatamente spaghetti

La pasta forse dovrebbe avere uno slogan che è già di qualcun altro: la più amata dagli italiani, e non solo. Anche nel resto del mondo è uno dei piatti più semplici, sofisticati, leggeri o elaborati che si può preparare, e uno su quattro è prodotto in Italia, che è leader nella produzione con oltre 3 milioni di tonnellate.
Numeri diffusi dalla Coldiretti in occasione del  Pasta Trend, la fiera della pasta svoltasi in aprile a Bologna. Ma le feste per celebrare l’alimento simbolo dell’Italia si moltiplicano, dal famoso World Pasta Day made in Usa giunto al 13mo anno, fino al Tagliatella Day o alle infinite sagre nostrane.

Un successo che muove una quantità di denaro pari quasi a 2 miliardi di euro per l’export e dà lavoro a circa 30 mila persone. Un alimento prezioso che tra fibre, vitamine, minerali e miscele di grano più o meno integrali non solo fa bene alla salute – vedi dieta mediterranea –  ma pare combatta anche diabete e colesterolo.

La varietà di cereali con cui viene prodotta aumentano sempre di più, dall’orzo al farro, dal kamut alla segale, dal mais al riso. Insomma la pasta trionfa sulle tavole in un tripudio di formati e qualità in cui gli spaghetti la fanno da padroni. E che per una magica alchimia – tra proteine e ceneri, glutine e amido – fanno ingrassare meno degli altri formati e quando sono belli al dente, ancora meno. Quindi portateli in tavola e sbizzarritevi, le possibilità per cucinarli sono infinite.

Ecco una ricetta legata ai prodotti di stagione: Spaghetti con fave e calamaretti

Ingredienti: 400 gr di calamaretti, 300 gr di fave fresche, 250 gr di pomodori ramati, 1 cipollotto fresco, aglio, vino bianco, olio extra vergine di oliva, sale e pepe q.b.

Preparazione: sbollentate i pomodori, spellateli e tagliateli a pezzetti. Pulite i calamari e separate il corpo dai tentacoli. Intanto fate imbiondire un cipollotto con un po’ di olio. Aggiungete i calamari, fate insaporire qualche secondo a fuoco vivo e spruzzateli col vino bianco. Fate evaporare e cuocete qualche minuto, unite poi i pomodori e continuate la cottura per 5/6 minuti. A parte fate rosolare uno spicchio d’aglio con l’olio, aggiungete le fave fresche – private del baccello – e saltatele qualche minuto a fiamma viva. Coprite la pentola e fate cuocere 10 minuti circa, se necessario aggiungete del brodo di verdure.

Infine unite i calamari alle verdure, fate amalgamare il tutto sul fuoco e regolate di sale e pepe. Cuocete gli spaghetti ben al dente e conditeli con questo delizioso e saporito sughetto, potete farli saltare in padella e poi decorate con qualche foglia di menta. Sarà un successo assicurato.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Appassionatamente spaghetti