Pane pugliese a fermentazione naturale

Ingredienti per il primo impasto:

  • 100 g di lievito madre
  • 50 g di acqua
  • 30 g di farina 0

Impastate il tutto e fate riposare 6 ore e mezza

Ingredienti per il secondo impasto:

  • 500 g di farina 0
  • 380 g di acqua
  • 10 g di sale

In una ciotola mettete la farina e formate la fontana. Ponete al centro l’impasto precedente (che è il rinfresco del lievito madre) spezzettato; versate l’acqua, unite il sale e lavorate e amalgamate bene. Se l’impasto vi sembra troppo sodo per lavorarlo nella ciotola, rovesciatelo sul tavolo e continuate a lavorare e battere. Rimettetelo nella ciotola e fatelo riposare 3 ore e mezza. Dategli la forma desiderata e laciatelo riposare altre 3 o 4 ore. I tempi di riposo dipendono molto dalle condizioni atmosferiche: clima freddo, caldo, umido o secco. E’ proprio questo il belo di fare il pane in casa: bisogna prepararsi a lavorare con un po’ di suspance; in fondo il pane ha la sua vita e va dove vuole e ci riserva spesso delle piacevoli sorprese. Per cuocerlo infornatelo a 200° per 15 minuti e poi a 180° per circa mezz’ora.

 

Ricetta tratta da: La buona cucina di casa, Sorelle Simili, Vallardi Editori

 

Pane pugliese a fermentazione naturale