Il burro non fa poi così male, nonostante quel che si pensa

Siete convinti come la maggior parte delle persone che il burro faccia male? Allora dovrete ricredervi, ecco perché.

Per anni è stato demonizzato, ora il burro viene riscoperto e rivalutato: a differenza di quel che si pensa, non fa male. Sfatiamo qualche luogo comune sul suo conto.

Il burro non fa ingrassare
Si è spesso additato il burro come responsabile di adipe e obesità. In realtà il sovrappeso nasce da un eccesso alimentare, non solo dal consumo di un particolare prodotto, e dal fatto che rispetto ad anni fa, quando il burro era ampiamente più diffuso in cucina, si fa meno attività fisica e si svolgono lavori più sedentari. Il consumo moderato di burro non può essere la causa di problemi di peso. Inoltre, pochi sanno che è meno calorico dell’olio extravergine d’oliva, 10 grammi di burro contengono 75 calorie, mentre 10 grammi di olio extravergine di oliva forniscono 90 calorie. Questo perché mentre il burro è composto da 15% di acqua e 85% di grassi, l’olio è formato per il 100% di grassi.

Burro: non è responsabile di colesterolo e malattie cardiovascolari
Consumato in piccole quantità non incide negativamente sul livello di colesterolo nel sangue. Se si prende in considerazione una quota di colesterolo introdotta tramite l’alimentazione che non superi i 300 milligrammi al giorno (quantitativo ritenuto accettabile in campo medico), una porzione di burro di 10 grammi contiene solo 24 mg di colesterolo, quindi soltanto l’8% della dose giornaliera considerata nella norma. Anche la credenza che il burro influisca sullo sviluppo di patologie cardiovascolari è solo un luogo comune: è un errato stile di vita a incidere su questo aspetto, più che l’assunzione di un solo alimento.

Il burro contiene vitamine e grassi buoni
Il burro contiene elementi preziosi per la salute, quali vitamine A, E, K e D, quest’ultima molto utile per avere ossa forti e un sistema immunitario efficiente.  Non solo, gli omega 3 e gli omega 6 del burro sono indispensabili per il corretto funzionamento dell’organismo, soprattutto per persone sportive e che praticano attività fisica intensa.

Il burro non fa poi così male, nonostante quel che si pensa