I vizi capitali delle donne

I vizi capitali sono femminili? E sono sempre peccato o anche un po’ virtù?
Seguiteci in questo piccolo percorso per scoprire a quale vizio vi sentite più vicine: Superbia, Avarizia, Lussuria, Invidia, Gola, Ira, Accidia. Per capire se, oltre agli uomini – considerati per ragioni storiche, padri dei vizi – anche le donne finalmente o purtroppo, sono entrate a pieno diritto nella schiera dei super-peccatori.
E se esiste, in fondo, un modo tutto femminile di cedere alle tentazioni, se i maschi sono più corrotti perché hanno detenuto il potere, hanno spadroneggiato e comandato, viaggiato e studiato, gestito soldi e goduto prima e con più libertà, rispetto alle donne, o semplicemente perché le donne sono geneticamente più sante?
Sentiamo cosa ne pensano filosofi e sociologhi, da  Willy Pasini a Nicla Vassallo, filosofa ideatrice di sette incontri sugli "abiti del male" come Aristole chiamava i vizi.  Da Enrico Finzi a Fiorenzo Galli, direttore del Museo della scienza e della Tecnica di Milano, che ogni giovedì, di un mese diverso – fino a maggio 2010 – ospita le sette serate dedicate ad approfondire e capire se queste "debolezze"  sono più maschio o più femmina.

GUARDA LE FOTO DELLE VIP-ZIOSE CAPITALI

I vizi capitali delle donne