Suocera, istruzioni per l’uso

Alcune suocere sono dolci come lo zucchero, affettuose ma discrete, disponibili ma non invadenti, pronte a venirvi in aiuto senza farvelo pesare. In un mondo dove il cielo è sempre blu e l’aria profuma di bucato steso al sole, questa sarebbe la normalità. Ma il mondo reale è una giungla, mica una favola, e la suocera ideale è come gli orsi polari: in via di estinzione. Scherzi a parte, se la madre del vostro lui vive dall’altra parte della Penisola (o del Mondo, meglio ancora), non avrete di che preoccuparvi. Ma se siete costrette ad avere a che fare con lei nel quotidiano, cercate di andarci d’accordo, o per lo meno imparate a sopportarvi. Forse dopotutto è una brava persona.

– Innanzitutto pensa che se ha messo al mondo l’uomo che ami nella vita ha fatto qualcosa di buono. Sicuramente dentro di lei c’è qualcos’altro di positivo. Prova a trovarlo.
– Lo sport preferito di alcune suocere è criticare la propria nuora sempre e comunque. Anche la tua si comporta così? Allora mostrati sicura di te, arriva a ostentare sicurezza. Fallo, perché nel caso contrario lei continuerà a punzecchiarti. 
– Usa la tecnica del bastone e della carota: se tendenzialmente sei distaccata e te ne stai sulle tue, ogni tanto manifestale anche affetto e/o gratitudine. Un pensierino, una telefonata… può bastare poco per tenerla buona.
– Non essere maleducata: le devi pur sempre portare rispetto. E poi, non vorrai sentirti dire che tua madre non ha saputo educarti! Puoi risponderle senza essere scurrile, se lo facessi passeresti dalla parte del torto.
Non parlare male di lei davanti a suo figlio. La posizione di lui è scomoda, tra l’incudine e il martello.
– Non criticare suo figlio davanti a lei: così le forniresti l’occasione di prendere le difese del suo “bambino” e schierarsi con lui contro di te.
– Fai buon viso a cattivo gioco. Anche se non la ami, e sai che lei ricambia il disamore, sii gentile.
– Se lei è una pentola di fagioli, sempre pronta a lamentarsi, smorzala usando l’umorismo. Cerca di buttarla sul ridere.
Non entrare in competizione con lei. È un gioco inutile: se lei cucina la pasta con le melanzane in modo divino, non perdere tempo nel tentativo di superarla. Chiedile piuttosto di preparartene una teglia, così la farai sentire lusingata e tu avrai preso due piccioni con una fava: pranzo già pronto + suocera felice.
– Infine, cerca di capirla: è difficile digerire il fatto di essere stata messa in un angolo. Perché è così che si sente tua suocera; dopo anni da protagonista, in cui si è stata la donna più importante della vita del suo figliolo, sei arrivata tu a detronizzarla. Ok, ora è tuo marito, o il tuo convivente, ma ricordati che lei è pur sempre "la-sua-mamma". Nel caso ti dimenticassi di questo piccolo particolare, stai tranquilla: lei te lo ricorderà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Suocera, istruzioni per l’uso