Orgasmo sconosciuto per una donna su 5. Ecco perché

Ecco i fattori che allontanano il piacere e ci impediscono di vivere una vita sessuale soddisfacente

Il fatto che l’orgasmo (simulato) di Meg Ryan nel celebre Harry ti presento Sally sia rimasto nell’immaginario collettivo la dice lunga. La teoria della bella Sally, infatti, è che tutte le donne hanno finto di avere un orgasmo almeno una volta nella vita. Secondo alcune ricerche addirittura il 20% delle donne non avrebbe mai raggiunto l’orgasmo in vita sua. Ad allontanare le donne dal culmine del piacere sarebbero diversi fattori che, presi singolarmente, riducono la possibilità di provare gli attimi di gioia tanto importanti per il benessere psicofisico ma che, messi assieme, li allontanano per sempre. Vediamo quali:

Lo stress
La vita stressata di tutti i giorni, figli, famiglia, impegni lavorativi, possono sovraccaricare il nostro cervello, che, in ultima analisi, è il motore principale che condiziona il piacere sessuale. Molte donne, quindi, non riescono a raggiungere l’orgasmo proprio perché troppo “impegnate” mentalmente. Prendersi una pausa, rilassarsi e liberare la mente può aiutare molto a raggiungere il piacere.

I farmaci
L’uso massiccio di antidolorifici e antidepressivi allontana il piacere, lasciando credere a donne (e uomini) che non riusciranno mai più ad avere un orgasmo in vita loro. Gli esperti consigliano di consultare il proprio medico e parlare della cosa: esistono nuovi farmaci antidepressivi che ovviano questo inconveniente; oppure la mancanza di orgasmo potrebbe proprio essere il segnale che c’è bisogno di qualche farmaco specifico.

Alcol
E’ errata la convinzione che un bicchiere di alcol prima del sesso possa “agevolare”. Per i medici è vero il contrario perché solo per un brevissimo periodo l’alcool libera dalle inibizioni e ha un’azione euforizzante. Subito dopo, invece, calano umore e pressione, l’esatto contrario di quanto serve sotto le lenzuola.

Influenze religiose, traumi adolescenziali, sensi di colpa
I ricercatori puntano il dito anche contro convinzioni religiose, blocchi psicologici e traumi adolescenziali. Tutti fattori che alterano la forma mentale con cui uomo e donna si approcciano al sesso. Complessi di colpa, criminalizzazione della società e magari qualche “brutta esperienza” fanno il resto condannando un quinto della popolazione femminile a non provare mai, in tutta la vita, un vero e proprio orgasmo liberatorio.

Essere troppo focalizzate o avere aspettative troppo alte
A volte si attribuisce al raggiungimento dell’orgasmo un significato davvero troppo alto e questo, paradossalmente, può interferire con il raggiungimento del piacere. Molte donne vogliono a tutti i costi raggiungere un orgasmo vaginale, ma non è detto che una stimolazione clitoridea non possa avere un effetto altrettanto piacevole. Inoltre, se le aspettative che si hanno non sono pienamente soddisfatte, meglio non pensarci troppo e continuare fino a raggiungere il proprio scopo. Dopo tutto, difficilmente il sesso è perfetto!

Tensione muscolare
Spesso si pensa, a torto, che il rilassamento muscolare sia fondamentale per il raggiungimento dell’orgasmo. Ma è vero proprio il contrario: per raggiungere il piacere, una donna deve saper usare a dovere i propri muscoli, quindi un eccessivo rilassamento non gioca a suo vantaggio.

Conoscere il proprio corpo
Conoscere il funzionamento del proprio corpo è fondamentale per il raggiungimento dell’orgasmo. Se uno dei due partner o, peggio, entrambi, non conoscono il funzionamento del proprio corpo, il raggiungimento del piacere è quasi impossibile. Inoltre, potrebbero farsi condizionare da pregiudizi che potrebbero portare a blocchi mentali verso determinate azioni o stimolazioni che possono aiutare il raggiungimento del piacere.

Orgasmo sconosciuto per una donna su 5. Ecco perché